Utente
Signori medici,
premetto di essere sotto terapia per una prostatite causata da "enterococcus faecalis". Oltre all'antibiotico mirato (x 20 gg.) ed alla famosa serenoa repens (x 30 gg.), mi sono stati prescritti dei fermenti lattici. Mi sono incuriosito ed ho cercato di approfondire l'argomento su internet, apprendendo al riguardo diverse cose.
DOMANDA: E' vero che i fermenti lattici, tra l'altro, sono utili per ridurre la presenza di "enterococcus faecalis" nel nostro intestino? In caso positivo, specificatamente, quale tra i numerosi fermenti lattici esplica tale utilità? Ringrazio.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Si'. Alcuni lactobacilli hanno la proprieta' di inibire la proliferazione eccessiva dell'enterococcus faecalis.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Dott. Spina, grazie per la risposta.
Perdoni tuttavia l'insistenza: quindi, dovendo ridurre l'eccessiva proliferazione di enterococcus faecalis nell'intestino, poichè ipotetico motivo di infezione della prostata in presenza di emorroidi (2°-3° grado) temporaneamente infiammate e sanguinanti, su quale/i lactobacillo/i è opportuno orientare la scelta??
Ferma restando la prosecuzione della terapia antibiotica, della assunzione di serenoa repens e del trattamento emorroidario.
Mille grazie!!

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le prescrizioni via internet non sono ammesse, quindi su questo non posso esserle di aiuto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com