Utente 525XXX
Buongiorno. Ho 29 anni e da circa 4 mesi ho problemi intestinali. Mi son presentato al pronto soccorso ad agosto lamentando crampi addominali, dolori in fossa iliaca dx, febbricola e feci poco formate. Mi hanno dimesso con la diagnosi di diarrea del viaggiatore e con la terapia di Normix.Con l'antibiotico sono stato meglio ma poi il problema mi si è ripresentato. Su consulto medico ho cambiato antibiotico e ho fatto una settimana di ciproxin. Per la seconda volta sono stato meglio ma poi mi si è presentato ancora il problema con borborigmi, doloretti e feci poco formate. Il mio gastro mi ha consigliato una colonscopia per togliersi qualche dubbio. La colon è stata effettuata fino al primo tratto del tenue. Tutto è apparso perfetto tanto che no cè stato bisogno di eseguire le biopsie. Avendo quindi escluso Chron e rcu la diagnosi è stata sindrome dell'intestino irritabile. La terapia con valpinax inizialmente ha dato i suoi frutti ma poi, anche se meno intensamente, il problema si è ripresentato. Attualmente assumo regolarmente fermenti lattici e antispastici al bisogno ma ho episodi di scariche diarroiche alternate a feci abbastanza normali. Inoltre avverto in alcune occasioni ancora i dolori in fossa iliaca dx e dolenzimento della gamba dx.
Altri accertamenti effettuati:
-Formula leucocitaria nella norma
-Esame sangue tiroide nella norma
-Ecografia addome tutto nella norma
-Test Elicobacter negativo

Cosa mi consiglia visto che continuo ad avere problemi? Si può sospettare una appendicite cronica? Devo fare ulteriori esami o rifare la colon per vedere le biopsie? Potrebbero essere intolleranze?

Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr.ssa Gabriella La Rovere

28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Buongiorno. Non credo ci sia bisogno di ripetere la colonscopia. E' probabile che qualche alimento le irriti l'intestino...non parlerei di vere e proprie intolleranze. Cominci ad eliminare dalla dieta ciò che può aggravare la sua sintomatologia, ad esempio l'insalata (meglio la verdura cotta). Per qualche giorno, al posto della pasta utilizzi il riso. Elimini il caffè, tutti i latticini. Per la frutta, meglio la mela. E' inutile dire che lo stress è un fattore che ha il suo peso nel colon irritabile. Mi rendo conto che vivere senza stress è un'utopia, ma cerchi di essere più sereno.
Spero di averla aiutata in qualche maniera.
dott.ssa Gabriella La Rovere

[#2] dopo  
Utente 525XXX

Ho provato a eliminare alcuni alimenti in maniera alternata ma non ho avuto benefici. Il mio timore è che ci possa essere una patologia organica visto che il dolore si localizza in fossa iliaca dx e che generalmente non si associa ad una IBS. Potrebbe in alternativa essere un' appendicopatia cronica?

Grazie e saluti

[#3]  
Dr.ssa Gabriella La Rovere

28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere...si faccia vedere da uno specialista per dirimere ogni suo dubbio e vivere con più tranquillità.
Cordialmente
dott.ssa Gabriella La Rovere