Colon e stomaco

salve, ho 29 anni e da ormai due anni soffro di colon irritabile con diarrea quasi tutti i giorni. Ho provato di tutto e a volte va meglio altre va peggio. Negli ultimi mesi per motivi che non sto a elencare, non ho potuto fare a meno di prendere molti imodium per non dover correre al bagno dato che non ne avevo la possibilità. Questo week end soprattutto ne ho prese molte (tutti i giorni) ed ecco che ho avuto un blocco delle feci...ho dovuto spiengere parecchio e dopo è uscita...sentivo come se faceva pressione ma arrivata ad un punto non usciva e sentivo proprio come se ci fosse un "tappo". 4 giorni fa ho anche avuto un allergia cutanea dovuta probabilmente a dei gamberetti che ho mangiato (li ho sempre mangiati e non mi hanno mai fatto niente). Era un allergia fatta di macchie in tutto il corpo (meno che viso e testa) e prudeva. Ma nien'altro, nessuna asma o mancanza di respiro. Solo allergia. Al pronto soccorso mi hanno dato degli antistaminici da prendere per 4 giorni. è da quella sera che ho lo stomaco sotto sopra. Come se ci fosse dentro una pietra...a volte sta calmo a volte sento un fastidio. Come se qualcosa spingesse da dentro. Un senso di fastidio, bruciore.
Come quando ho fatto la gastrite...un fastidio di questo genere..che a volte mi fa ruttare o mi vengon su i succhi gastrici. Può essere dovuto all allergia che ho avuto? Oppure sono gli imodium che, avendone presi troppo, oltre che bloccare le feci mi fanno anche bruciare lo stomaco ed avere nausea? Inoltre volevo chiedere se a lungo andare il prendere troppi imodium possa in qualche modo portare malattie gravi alla zona intestinale (colon, intestrino, retto, ecc ecc) o alla pancia.
Cosa ne pensate? Posso stare tranquilla?
Sono andata dal dottore neanche un mese fa. Colonscopia non me ne ha mai fatte fare perché,pur avendola quasi tutti i giorni, riteneva che la diarrea (colon irritabile) era una questione di ansia...infatti se sono a casa o in vacanza rilasata la diarrea diminuisce parecchio. Invece quando devo uscire o ci penso ecco che mi viene.
Voi cosa ne pensate?
Slauti e grazie

Bea
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Gentilissima,

il problema dello stomaco è sicuramente un fattore contingente, mentre dovrebbe fare molta attenzione con gli antidiarroici. Credo che sia necessario un consulto con un gastroenterologo che possa darle un corretto orientamento sul colon irritabile su come "controllarlo"


Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie mille per la sua risposta.
cosa significa "...stomaco è sicuramente un fattore contingente"?
Eh si, devo proprio fare attenzione. Pensa che dovrei eseguire una colonscopia? Ho avuto ad aprile delle emorroidi passate dopo 4-5 giorni (anche li dop una grande spinta sul water dopo aver assunto imodium e avendo bloccato tutto).
Poi dopo essendo bloccato io mangio e mangio di tutto...e questo fa si che poi si blocca tutto anche il cibo che mangio e dopo mi comincia la nausea (come se il cibio prensente nello stomaco da qualche parte deve uscire..quindi o dall'ano o dalla bocca dato che sento la nausea).
Farò di tutto per non prendere più imodium. Ma quando faccio per patire di casa ecco che scappa...e li dopo li devo prendere...non so più come fare.
Penso che per moltissimo tempo ho abusato di questi farmaci ed ora ne "pago" le conseguenze.
da inizio 2010 ho perso 16 kg dato che mangiavo in modo equilbrato evitando tutti i grassi che mi facevano correre in bagno....ma cmq capitava spesso che avevo ancora diarrea...però appunto quando sono in giro o che so che devo uscire. Altrimenti se mangio bene e sto a casa senza pensare a niente ecco che sto bene e le feci sono molli ma non acquose.
Cosa mi consiglia? anche colonscopia o, come dice il mio dottore di famiglia, non è necessario?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa