Utente 552XXX
Gent.mo Professore
Poco più di un anno fa ho eseguito una EGDS a seguito di episodi di dispepsia e dolori retrosternali.
La EGDS ha dato esito negativo (tutto ok), quindi il mio medico mi ha diagnosticato una MRGE da curarsi “on demand” con esomeprazolo, domperidone e acido alginico, prospettandomi inoltre la possibilità di una nuova insorgenza dei sintomi durante i cambi di stagione.
In questi giorni sono infatti tornati i sintomi ed ho quindi ripreso la cura. Siccome però sto anche curando delle fastidiose contratture cervico dorsali con meloxicam e pridinolo, volevo sapere se questi farmaci possono in qualche modo inficiare la cura per la MRGE, ovvero peggiorare la sintomatologia. Un’ultima domanda riguarda il fatto che, avendo deciso di smettere di fumare, da circa 15 gg mi sto aiutando con gomme alla nicotina, il fatto di continuare a masticare e quindi ingoiare aria è negativo per la MRGE?
Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Condivido le indicazioni del suo medico ed il suo intento ad abbandonare il fumo certamente l' aiutera'.Le terapie associate possono interferire ma se indispensabili non sono controindicate, cosi' come l' assunzione di nicotina.Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Oltre alla terapia farmacologica, nella malattia da reflusso occorre ricordare che alcuni cibi (menta, cioccolato, pomodoro, bevande gassate e cibi grassi in genere) sono da evitare in quanto possono favorire il reflusso. Inoltre è bene evitare di coricarsi subito dopo i pasti ma attendere circa 3 ore. Se si è in sovrappeso e bene dimagrire. Se i reflussi sono prevalentemente notturni sarà opportuno rialzare la testata del letto di 20 cm. Infine, in caso di terapia concomitante con farmaci che possono danneggiare la mucosa gastrica, potrebbe essere necessario aumentare la posologia dei farmaci che sta guà assumendo.
Dott. Roberto Mangiarotti