Utente
Buonasera sig.ri medici,
ho 24 anni, peso 70 kg e sono alto all'incirca 1,75 metri.

In APR ho asma bronchiale e recidive di ragadi anali.

Vi espongo alcuni miei sintomi che ho per avere da voi un consulto.
Preciso comunque che alcuni di essi potrebbero non avere un collegamento con gli altri ma per completezza ve li espongo tutti.

Da un po' di tempo ho scialorrea (tanto che a volte non riuscivo nemmeno a finire una frase senza prima deglutire la saliva) e stipsi (feci disidratate nonostante assumo fibre, bevo parecchio e in linea di massima vado di corpo ogni giorno).

Poi un giorno durante un intensa attività sportiva ho avuto un dolore molto forte in ipocondrio destro; dopo essermi seduto sono stato subito meglio. (all'incirca 1 mese fa).

Non ho poi più pensato a quel dolore fino a qualche giorno fa quando ho ricominciato ad avere un dolore sempre in ipocondrio destro (ma di severità molto minore tuttavia stavolta persistente con esacerbazioni) associato a nausea.
Nel frattempo è comparsa mal di testa e febbre.

Consultata la Guardia Medica mi è stata fatta diagnosi di sospetta colica biliare e mi ha somministrato SPASMEX I.M. e me ne ha prescritto per O.S.

Eseguita un ecografia si trovavano fanghi biliari in colecisti; esami ematici nella norma.

Questo una settimana fa. Ad oggi continua la salivazione marcata (scialorrea), nausea, dolore in ipocondrio destro (a volte molto forte), cefalea e febbre intermittente.
Ho eseguito diversi stick glicemici (a scopo precauzionale) che hanno mostrato valori tra 70-90 post prandiali.

Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
tralasciando la scialorrea (ha cause molteplici, fra cui anche quella su base psicogena),
il suo dolore al fianco destro credo sia di origine biliare, ed esattamente colecistica.
La febbre potrebbe essere legata ad una colecistite.

Il riscontro di sabbia (fango) biliare deve accompagnarsi ad adeguati riscontri diagnostici sulla natura dell'aumento di densità della bile (bile densa), come ad es. l'ipercolesterolemia.

Deve quindi intraprendere un corretto iter diagnostico, oltre che terapeutico, relazionandosi con uno specialista gastroenterologo.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Il percorso corretto è recarmi dal mio medico di base lunedì, andare dalla guardia medica stanotte - sabato o domenica o recarmi al Pronto Soccorso?

Per il dolore sto prendendo FANS e sinceramente pensavo di risolvere il tutto in una settimana.

Purtroppo non sono riuscito a recarmi dal medico di base in questa settimana (intercorsa dall'inizio dei sintomi ad oggi) essendo distante da casa.

Grazie Dr. Quatraro dell'esauriente risposta.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non posso prevedere l'evoluzione dei suoi sintomi ma immagino che, in base alle circostanze, saprà decidere al meglio, come d'altronde ha già fatto.

La ringrazio per i ringraziamenti (scusi il bisticcio!) e ci tenga informati.

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio Dr. Quatraro.
Le auguro una buona serata.

Saluti

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Buona serata anche a lei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it