Utente
Soffro di emorroidi da un paio di anni e sono stati per me motivo di stress e hanno fatto accentuare il problema del colon irritabile. Inizialmente c'era alternanza tra stipsi e diarrea anzi più stipsi, per risolvere questo problema facevo una dieta ricca di fibbre prendendo la sera uno sciroppo per aiutarmi ad andare in bagno. Ho fatto la gastroscopia e mi è risultato un leggero reflusso di origine biliare ho fatto pure la ph metria dove non risultava niente di particolare, ho fatto pure la rettocolonscopia e si sono riscontrati emorroidi di II grado. Dopo la gastroscopia ho iniziato a prendere il gastroprotettore al mattino, che mi ha causato l'inizio di diarrea che non è più andata via da diversi mesi. Ho difficoltà a digerire sempre sopratutto la sera e non so più cosa mangiare. Ho usato la diosmectite in bustine per attenuare il problema della diarrea sopratutto quando è stata più frequente attenuando in parte il problema. Questa situazione mi fa stare in ansia poichè non posso condurre una vita regolare per paura di dover fare i conti con qualche attacco di diarrea. Dimenticavo quando ho in un giorno diverse scariche vedo la presenza di sangue rosso vivo sia nella carta igienica che nel water. Sono pure stato da uno pschiatra-pscoterapeuta perchè avendo una frequenza cardiaca di circa 50-52 battiti al minuto pensavo che ci fosse una infiammazione al nervo vago. ho fatto qualche mese di cura più delle sedute di pscoterapia ma non ho risolto il problema della bradicardia e nemmeno quello della difficoltà a digerire. Non so più da dove iniziare e a chi rivolgermi per poter ritornare ad avere una vita un pò più serena con più fiducia in me stesso.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il sangue può essere legato a sofferenza della cute anale a causa dell'acidità della diarrea.

Ha eseguito un esame delle feci ed accertamenti sierologici?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per aver risposto tempestivamente ai miei quesiti, desidererei avere se è possibile qualche altro parere, a tal proposito, da qualche suo collega. Grazie

[#3] dopo  
Utente
Come da vostro consiglio ho eseguito accertamenti sierologici che sono risultati tutti negativi ed esame delle feci che vi riporto di seguito i risultati : RICERCHE FISICHE (consistenza solida, forma informi, colore giallo-bruno, odore sui generis, muco assente.) RICERCHE CHIMICHE (reazione 7.3, stercobil e stercobilinogeno nella norma ) RICERCA MICROSCOPICA 400X ( Qualche cellula epiteliale gastrointestinale; numerosi detritus) RICERCA PARASSITOLOGICA ( negativa )
COPROCULTURA (ricerca salmonelle e shigelle NEGATIVA,si isolano batteri Gram-neg. della fam. Enterobacteriacee del genere Escherichia Coli.) Faccio da 5 giorni terapia con antibiotico prescrittomi dal mio medico, ma ancora al mattino continuo ad andare in bagno troppo liquido vorrei sapere cosa devo fare . Grazie

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Può utilizzare della Diosmectite.

Ne parli con il curante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente
Vorrei sapere se ho qualche infezione nell'apparato digerente e se la diagnosi del mio medico curante di Enterite è corretta. Per quanto riguarda la diosmectite l'ho già usata prima della terapia con antibiotico e dell'esame alle feci non risolvendo il problema. Inoltre vorrei sapere se posso avere qualche forma di infiammazione contaggosa.

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Quel che risulta è che
il parassitologico sarebbe negativo
il coprocolturale avrebbe dimostrato carica batterica (E. Coli),

tenga conto che esistono miceti e virus che possono generare enteriti e/o coliti.

Un gastroenterologo sul campo,
che le consiglio di consultare,
potrebbe poi darle quelle risposte o soluzioni che inevitabilmente,

per gli ovvi limiti del consulto on-line riassunti nelle nostre linee guida
https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/

non possono giungere attraverso questo servizio.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it