Utente 543XXX
Scrivo per mio padre 74 anni, 104 kg di peso, che endoprotesizzato per aneurisma dell’aorta toracica e al 50% d' insufficienza renale, ha delle emorragie in diverse parti dell’intestino per angiodisplasie et similari e date le sue condizioni non è operabile, ricorrendo allora a ferro per bocca ed endovena ed in più (a volte) ad eritropoietina; Ora vi è un'altroproblema rappresentato dal fatto che ha il D dimero decuplicato (2240 mentre il massimo del range 255) e il fibrinogeno plasmatico (505) e necessiterebbe di cura con antiaggreganti ma i dottori preferiscono evitarla per non incorrere in una più seria emorragia.

Sono curabili queste angiodispasie? E' possibile risolverle per via farmacologica?

E se esiste cura farmacologica: in Sicilia pensate che sia praticata o si tratta di cure innovative ?

Ringrazio anticipatamente per la sensibilità che mi dimostrerete.


[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro Utente, non ci sono terapie mediche per le angiodisplasie ma solo di natura interventistica con fenomeni di sclerosi dei vasi anomali. Non conosco in Sicilia crntri specialistici per tali problematiche, ma sicuramente all'ospedale sono attrezzati.
La saluto
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 543XXX

La ringrazio per il parere fornitomi, nel frattempo che attendevo il parere sul sito qualche medico mi aveva detto che esisteva qualche medicamento per arginare un pò l'emorragie ma verificherò.
Distinti saluti e ancora ringraziamenti.