Utente
salve scrivo per avere un parere riguardo dei problemi che ho ultimamente...
ho da qualche tempo dei dolori discontinui durante la giornata ma praticamente in tutto l'addome,particolarmente nella parte destra.
ho eseguito le analisi del sangue complete compresi i marcatori per epatiti,i risultati sono tutti nella norma tranne le amilasi 109 su 100,alt 51 su 45 e glicemia 103 su 100.
Ho fatto analisi urine per bilirubina,chetoni,urobilogeno,proteine tutti assenti nelle urine.
ho eseguito ecografia completa addome e mirata al pancreas ed è tutto nella norma,unico problema il meteorismo a livello colico.
il mio medico mi ha fatto eseguire anche gastroscopia e colonscopia dove è emersa una duodenite cronica e ernia iatale, per la colonscopia tutto nella norma.
inoltre ho eseguito rx addome e rx torace tutto nella norma.
Ho 31 anni sono astemio,in circa 2 mesi ho eseguito tutte queste visite ma non ho risolto i miei fastidi senza avere una vera e propria diagnosi.
premetto che i valori delle amilasi pancreatiche le ho avute mosse gia qualche tempo fa ma rientrarono nella norma dopo qualche ora e nelle successive 2 analisi prima dell'ultima risultarono nella norma.
per i fastidi creati dall'ernia jatale sto curando mepral 1 compressa al di,gaviscon prima di andare a dormire e peridon prima dei pasti.
i miei fastidi sono sempre invariati ovvero eruttazioni frequenti,anche lontano da pasti,dolori addominali,pancia gonfia,sensazione di nausea,ho notato che il mio addome borbotta molto spesso inoltre ho necesità di andare in bagno 3 volte al giorno(qualche tempo fa se ci andavo 1 volta ogni 2 giorni era quasi troppo) con feci nella parte iniziale dure e nastriformi marron scuro per poi diventare molli malformate marron chiaro e quasi sempre galleggianti,tutto questo in una singola defecazione.
questa e la mia situazione vi prego di aiutarmi dato che tutti i medici che mi hanno visitato non mi sanno dare spiegazioni e rimedi...grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I suoi valori potrebbero identificarsi nella IFG (acronimo di Impaired Fasting Glycaemia = alterata glicemia a digiuno), ovvero quando la glicemia a digiuno varia tra 100-125 e la emoglobina glicata tra > 5.5 e <7.0.

Pertanto le consiglio un monitoraggio dei valori glicemici nella fase postprandiale e dell'emoglobina glicata.

Per il meteorismo può assumere del Simeticone, il suo sembra un quadro di colon irritabile.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
dottore intanto la ringrazio per la risposta e la probabile diagnosi,una domanda ma i valori delle amilasi perchè mi aumentano?il mio medico lo ha associato a una dieta squilibrata per via del mio lavoro,sa faccio il camionista e per me i pasti sono molto frequenti fuori casa e sopratutto al" volo".

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di fegato grasso (epatosteatosi).
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
gentile dottore vorrei porgli una domanda,poco prima di eseguire le analisi del sangue circa 30 minuti prima,ho bevuto una cioccolata calda rastrellando con il cucchiaino lo zucchero salato del bicchierino...da un mio collega ho saputo che le bevande erogate dai distributori automatici non sono il massimo per la salute di fatti ho scoperto che la cioccolata che ho bevuto poco prima delle analisi conteneva;acqua,zucchero,sale,latte in polvere e alcuni acidi di cui ora non ricordo il nome.
facendo le analisi mi riscontrarono un aumento delle amilasi di circa 4 volte il range di normalità,mi tennero sotto osservazione e le stesse analisi a distanza di 3 ore circa rientrarono nella norma e mi dimmisero dall'ospedale.
la mia domanda è questa,questo miscuglio può in qualche modo avermi mosso questo valore?
grazie dottore

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Penso proprio di no.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
scusi ancora dottore se mi approfitto della sua disponibilità,ma in quella occasione perchè mi salirono le amilasi pancreatiche in quel modo senza avere dolori o problemi di stomaco?mi scusi ma non ho mai avuto una risposta a questa domanda...

[#7] dopo  
Utente
scusi ancora potrebbe essere dovuto a qualche intolleranza alimentare o al colon irritabile?

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
difficile dare una risposta,
occorre avere "al momento" il contatto diretto con il paziente.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
grazie dottore,il mio curante dava la colpa alla cioccolata prima dell'analisi,si immagini che feci l'ecografia al pancreas di mia spontanea volontà,mi consiglia di eseguire altri test anche se nelle ultime analisi il valore era solo leggermente sopra il limite?

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il primo approccio nel controllo del pancreas è ecografico, oltre al dosaggio di amilasemia e lipasemia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it