Utente
Salve,ho effettuato una gastroscopia e riporto il referto: esofago regolare per calibro e decorso,mucosa iperemica a livello del 3° distale.cardias in sede,incontinente.Stomaco di volume normale,con pareti elastiche e normotoniche;lago di muco scarso e limpido.La mucosa gastrica appare di aspetto normale.Piloro pervio.Duodeno esplorato fino alla seconda porzione indenne. Conclusioni:esofagite da reflusso,incontinenza cardiale.Terapia :ESOPRAL 40mg 1cp al mattino a digiuno x 2 mesi;MOTILEX 1 cp 30 minuti dopo pranzo e cena x 1 mese;NOREMIFA 1 bustina 30 minuti dopo pranzo e cena x 1 mese.Seguo anche una dieta. Questa terapia deve essere continuata oltre i due mesi di prescrizione?migliorerà l incontinenza del cardias?Da cosa dipende il bruciore sulla punta della lingua e sulle labbra?Mi puo giovare dormire con due cuscini sooto la testa?Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il suo reflusso dovrebbe migliorare certamente nei due mesi di terapia.
La problematica però, essendo legata ad anomalia anatomica (incontinenza) non guarisce.
I suoi disturbi sono legati al reflusso.

Le consiglierei di alzare la testata del letto di circa 10 cm. piuttosto che aumentare i cuscini.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la rapida e gentile risposta,le chiedo se dopo i due mesi dovro continuare la cura?potrebbe essere sufficiente solo associare NOREMIFA con una dieta?Dimenticavo un sintomo di ipersalivazione che in parte è attutito ma non so se sia legato al reflusso o ad una lieve parodontite.grazie ,cordiali saluti

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il reflusso può indurre scialorreaa (ipersalivazione).

La terapia e la sua durata sono congrui,
ma devono essere gestite dal suo prescrittore.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio per la cortese ed esauriente risposta.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
mi scusi dottore approfitto della sua competenza e della sua disponibilità...... quando è opportuno intervenire chirurgicamente per il cardias incontinente?grazie e buon week end

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
In genere si riesce a fronteggiare efficacemente la malattia.
Il paziente con grave reflusso non rispondente a terapia può ricorrere nelle indicazioni al trattamento chirurgico.

Occorre comunque una completa valutazione anatomopatologica e fisiopatologica di stomaco e esofago (gastroscopia, ph-metria esofagea, etc.).

I risultati della chirurgia, pur soddisfacenti, non sono scevri da insuccessi e/o complicazioni,
pertanto occorre essere eseguiti in centri di provata esperienza.

Buon week end anche a lei
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
grazie mille!!!!! :)

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
E' stato un piacere esserle d'aiuto.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it