Utente
Gentilissimi Dottori sono un ragazzo di 31 anni, soffro di reflusso gastroesofageo e ernia iatale da 8 anni ormai, assumo esomeprazolo 20 mg, una compressa al giorno, al mattino, con questa terapia ho risolto il problema, ma questo farmaco mi ha creato una sorta di dipendenza. Ho provato a interrompere la terapia, ma dopo qualche giorno i problemi ritornano, con forti dolori allo sterno e rigurgiti acidi. Vorrei chiedervi a cosa potrei andare incontro assumendo il farmaco a vita (documentandomi in giro ho visto che può provocare l'osteoporosi), ci sono integratori che potrei assumere per limitare gli effetti collaterali?(tipo integratori per le ossa). Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile amico, in teoria è vero che gli inibitori di pompa protonica possono ostacolare l'assorbimento del calcio.
In realtà, attualmente non esistono ancora studi con una forza scientifica tale da dare indicazioni precise.
Ne parli con il suo gastroenterologo per trovare una soluzione razionale.
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, al prossimo controllo ne parleró col mio gastroenterologo. Volevo chiederle Un'ultima curiosità: se questa teoria fosse vera, un integrazione di calcio potrebbe limitare i danni nel tempo, o sarebbe dannosa e inutile? Grazie