Utente
Gentili dottori
Nonostante la mia giovane età soffro già da più di un anno di reflusso gastro-esofageo, con dolori retrosternali, in varie zone dell'addome, alla schiena e al ventre, oltre al senso di strozzamento alla gola, rigurgiti e spesso di aritmia. Sono stato più volte dal medico curante, che mi ha prescritto diversi gastroprotettori, fino alla visita dallo specialista, il quale mi ha confermato la cura con il Lucen 20mg prima di colazione e prima di cena. Prima di quest'ultimo farmaco, ho interrotto ogni trattamento per circa un mese, e con mio grande stupore sembrava che la situazione stesse lentamente migliorando. Dopo questo periodo, pochi giorni fa sono tornato dallo specialista, il quale mi ha riconfermato il trattamento con il Lucen, anche se le mie condizioni erano molto migliorate. Ora il problema è che (potrebbe essere una sfortunata coincidenza) sono di nuovo peggiorato: i dolori sono tornati a farsi sentire, il reflusso è quasi costante dopo i pasti, soprattutto la sera, e da circa un mese ho un dolore alla parte sinistra del ventre. Ho di recente fatto un esame dell'emocromo assolutamente in ordine, ma non ho fatto nessun altro esame poichè sia il medico curante, sia lo specialista mi hanno sconsigliato di fare la gastroscopia. Non so davvero che altro fare se non continuare la cura attuale, ma vorrei capire una volta per tutte se posso risolvere il mio problema e come, perché sono davvero stanco!!!
Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Se non ha ancora effettuato la gastroscopia sarebbe utile farla,
inoltre potrebbe associare dei procinetici ai PPI.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it