Occlusione intestinale

Salve, scrivo per mia madre. Ha 50 anni e soffre di occlusioni intestinali, almeno credo.
Capita che sempre nello stesso periodo dell anno (o all'inizio dell'autunno o della primavera) comincia ad avere fortissimi dolori addominali, soprattutto nella parte sinistra dell'addome, e a vomitare di continuo.
L'ultima volta che ha avuto questi sintomi (lo scorso settembre) l'ho portata al prontosoccorso dove le hanno diagnosticato un blocco intestinale.
Questa mattina i sintomi si sono ripresentati; non ho la certezza che si tratti nuovamente di un blocco intestinale ma i sintomi sono praticamente identici a quelli delle volte precedenti. Ho comunque chamato la guardia medica che ha detto di darle il peridon (supposte o fiale).
Ora volevo sapere se la cura data dalla guardia medica è giusta, cosa fare se non dovesse avere effetto, se ci sono dei casi in cui è meglio andare al prontosoccorso e se c'è un modo per curare definitivamente questi attacchi?
Grazie cordiali saluti.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 24,6k 616 346
Se si tratta di una vera occlusione intestinale necessita di ricovero e spesso di intervento chirurgico. Nel sospetto, in pronto soccorso si puo' confermare la diagnosi. Auguri!

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
Dr. Lucio Piscitelli Chirurgo vascolare, Chirurgo generale, Chirurgo d'urgenza 6k 228 22
Il ripetersi di episodi di discanalizzazione con ricorrenti crisi subocclusive richiede, al di là della prescrizione farmacologica, una valutazione diagnostica precisa che mi meraviglio non sia già stata effettuata. Potrebbe in prima istanza essere indicata una colonscopia.
Come giustamente suggerito dal Dr. Favaro, il solo sospetto di una occlusione rende necessario il ricorso al Pronto Soccorso.

Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa