Utente
Buongiorno,
quasi due anni fa mi è stata diagnosticata una colite microscopica linfocitaria, che ho curato per tre mesi con clipper a scalare e pentacol 800, dopo solo con pentacol. Passato un anno dalla sospensione del cortisonico, i sintomi sono come o peggio di prima della diagnosi, con anche un rialzo della proteina C, e la mia GE mi ha prescritto nuovamente cortisone, questa volta budesonide, da associare sempre a pentacol (4 compresse al giorno). Premettendo che clipper già mi aveva dato effetti collaterali molto fastidiosi (gonfiore del viso, cefalee, nausea, vomito, dermatiti) mi sono comunque rassegnata a fare un altro ciclo col nuovo farmaco sperando vada meglio. La mia domanda è, dal punto di vista alimentare, non ci sono indicazioni per chi ha la mia patologia? La GE mi ha sempre detto di seguire molto genericamente una dieta sana... Ma vorrei qualcosa di più specifico, sia per contrastare gli effetti di ritenzione idrica del cortisone, sia per l'intestino cronicamente infiammato. Grazie.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Quali i sintomi?
Qual i controlli clinici nei due anni?

Può riportare i referti istologici ed endoscopici?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Il sintomo è diarrea frequente (3-4 volte a settimana con scariche che terminano dopo assunzione di imodium, specie appena dopo mangiato) con dolori addominali forti.
Come esami ho fatto solo la prima colonscopia a dicembre 2012, dove il colon risultava macroscopicamente normale ma alla biopsia si vedeva un'importante infiltrato linfocitario (non ho il referto perchè hanno ancora la mia cartella clinica all'ospedale, ero stata ricoverata per una settimana) e seguiva diagnosi di colite cronica microscopica linfocitica.
Come controlli mi hanno fatto semplicemente delle visite ogni circa 4-5 mesi basandosi su anamnesi e palpazione addome, l'ultima settimana scorsa con controllo esami del sangue, in cui l'unica piccola alterazione è stata la proteina C (valore 1,06)

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
I farmaci citati sono cortisonici topici,
ad azione mirata soprattutto nell'area ileo-cecale,
quindi non in tutto il colon,
nè danno problemi di ritenzione idrica come altri prodotti classici a base di steroidi.
Devo immaginare che questo le debba essere stato riferito dallo specialista
che la segue.
Non vedrei fuor di luogo una rivalutazione istologica (e successivamente terapeutica) del quadro
con una nuova colonscopia,
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Sinceramente il clipper mi aveva dato non pochi problemi di gonfiore... Comunque non è detto che la budesonide sarà lo stesso, volevo solo capire se a livello alimentare posso fare qualcosa per migliorare la salute di un colon cronicamente infiammato o se non ci sono indicazioni e posso continuare a mangiare tutto come faccio da sempre. Per la colonscopia chiederò al prossimo controllo cosa ne pensano, credo anch'io che rivalutare la situazione sarebbe un bene! Grazie per il consulto.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non vi sono consigli dietetici specifici,
Se non quelli di evitare cibi diarrogeni (grassi, fritti, condimenti eccessivi, etc.).

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it