Utente
Mio padre, età 85 anni, è ricoverato in ospedale da un mese circa, per blocco intestinale diffuso evidenziato da TAC.
La prima e la successiva TAC hanno evidenziato un blocco intestinale e solo un inspessimento di talune pareti intestinali.
Unitamente alla terapia per lo svuotamento dell'intestino è stato sottoposto a varie terapie antibiotiche e a vari prelievi di sangue per le relative colture batteriche risultate sempre negative. I medici riferiscono che il livello di infezione risulta sceso da 2,7 a 0, ma nonostante questo la febbre, mediamente 38,5, non risulta abbassarsi (se non con paracetamolo), hanno inoltre escluso che possa essere causata da altri organi (polmoni, vescica etc).
La terapia di svuotamento dell'intestino è stata somministrata con la conseguenza che, sepure con la presenza di taluni fecalomi che rendono difficoltoso il passaggio, mio padre riesce a evacuare talvolta naturalmente e talvolta con inserimento di cannula.
I medici del reparto hanno sempre ritenuto che la causa della febbre fosse batterica pertanto si sono susseguiti vari cicli antibiotici concordati con il reparto di malattie infettive dello stesso ospedale.
A questo punto dopo un mese di antibiodici e febbre, mio padre molto anziano è molto debilitato.
Dovendo a questo punto presumibilmente escludere che la causa della febbre possa essere di tipo batterico, quali possibili cause intestinali devono ricercarsi, quali analisi per la diagnosi e quali terapie.
Ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
E' veramente impossibile fare ipotesi a distanza in una situazione simile. E? stata eseguita una colonscopia? Emocolture? Quale è la causa ipotizzata del blocco? La febbre puo' avere veramente tante cause.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it