Utente
Salve a tutti, alla fine mi sono convinto ad iscrivermi su questo forum per chiedere un vostro parere in merito ad alcune cose che mi stanno accadendo ultimamente.
Ho 41 anni e da quando ho 10 anni ho sempre sofferto di colon irritabile che il mio medico aveva diagnosticato a causa del fatto che avevo dolori in seguito ai quali ero costretto a correre immediatamente in bagno; purtroppo non ho avuto una infanzia facile a causa della lontananza di mio padre per lavoro per circa una decina d'anni.
Dall'età di 18 anni circa ho iniziato a soffrire di emorroidi, prima con dolori lancinanti anche solo quando mi sedevo, per non parlare di quando andavo in bagno, tanto che col tempo sono uscite fuori (me le tocco con le dita anche solo per lavarmi) e ad oggi sono accompagnate in molti casi anche da sanguinamento, raramente abbondante, che mi ha costretto a stare per diverso tempo in bagno finché non terminava la perdita di sangue.
Lo scorso dicembre ho deciso di cambiare vita passando da una strettamente sedentaria (sto due ore al giorno in macchina e poi 7/8 ore in ufficio) ad una vita più sana iscrivendomi in palestra, andando a correre e facendo una piccola dieta senza grandi sacrifici.
In concomitanza del cambio di alimentazione però ho notato alcuni cambiamenti anche nel mio intestino; intanto non ho più quei dolori che mi facevano correre in bagno, sono passati 6 mesi e non mi è ancora capitato neppure una volta, forse perché ho eliminato formaggi e salumi ed anche il pane e la pasta la sera, che prima erano onnipresenti, prediligento invece verdura e frutta soprattutto la sera; i legumi invece li ho sempre mangiati anche se mi danno poi problemi di meteorismo.
Quello che ho notato è che col passare dei giorni la mattina appena mi alzo devo correre in bagno, cosa che non mi accadeva prima, e che spesso le feci sono accompagnate da acqua di colore trasparente che poi mi ritrovo anche sulla carta igienica quando mi pulisco; la consistenza delle feci e molliccia; aggiungo che vado a defecare solo una volta al giorno, sono rarissimi i casi in cui ci vado qualche volta in più.
I primi giorni non ci ho fatto caso ma adesso sinceramente inizio a preoccuparmi.
Sono una persona molto ansiosa e questo problema mi rovina il resto della giornata perché non riesco a pensare ad altro.
Ho parlato col mio medico il quale mi ha detto che potrebbe dipendere dal cambio di alimentazione e che le emorroidi potrebbero accentuare il problema; per cronaca vi dico che la mattina faccio colazione con 2 fette di panbauletto integrale e 3 o 4 fette di fesa di tacchino accompagnate da succo d'arancia; a metà mattina mangio 2 kiwi e 3 noci... a pranzo la frutta non manca, il pomeriggio una banana o 2 e 3 noci, la sera molta verdura accompagnata o da una fettina di pollo o di vitello.
Lo so che forse mi sono dilungato un po' troppo ma volevo fare un quadro generale della mia situazione.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Grazie.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nulla di allarmante. Si tranquillizzi. Evidentemente la modalità di evacuazione è legata alla sua alimentazione. Cerchi di modificarla/variarla, ma non vedo nulla di allarmante o di patologico.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Dottor Cosentino la ringrazio vivamente per la sua cortese risposta! Mi solleva e non poco...
Certo, so che una fare una diagnosi in questo modo non è cosa semplice ma almeno serve a tranquillizzarmi un po'.
Purtroppo in famiglia ho avuto diversi casi di tumore (zii) di ogni tipo ed ho visto con i miei occhi la sofferenza che provano sia il malato ma soprattutto i familiari e la cosa purtroppo mi terrorizza; ultimamente anche per una minzione di più mi prendo paura; credo che sto iniziando a dare troppa importanza ad ogni piccolo movimento del mio corpo che per ogni minima cosa mi fa cadere nel panico!
Grazie mille ancora.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bene. Mi fa piacere averla tranquillizzata.

Auguroni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi il ritardo, la ringrazio ancora! Effettivamente aveva ragione; ho provato per qualche giorno a mangiare più carboidrati eliminando le verdure e la situazione è cambiata!
Grazie mille ancora.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla. É stato un piacere.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it