Palpitazioni e malessere generale, per dr. Cosentino

Buongiorno e Buone Feste.
Sono un ragazzo di 23 anni e da diversi mesi sto' "combattendo" con alcuni disturbi che stanno rendendo la mia vita abbastanza complicata (sono anche studente di medicina, ma questo è solo un dettaglio di poco conto).
Praticamente i problemi principali che mi affliggono da circa un anno sono due: uno è l'ansia che ho nello stare nei luoghi pubblici (che sto' curando con Zoloft), il secondo problema è l'impossibilità a fare sforzi, ovvero malessere quando tento di farli , anche solo salire le scale (premetto che quest'ultimo problema non si verifica sempre ma molto spesso). Dopo numerose visite fatte nel corso dell'anno oggi sono arrivato alla conclusione che questo malessere dipenda dall'aria che mi si forma nello stomaco, il che mi crea extrasistole e tachicardia per compressione del diaframma sul cuore (mie ipotesi). Infatti mi viene sempre da "eruttare" e quando lo faccio spesso mi sento meglio.
Ho notato per esempio che nel corso di un rapporto sessuale (per esempio) mi viene continuamente da espellere aria, e se non riesco a farlo vengo colto da extrasistole abbastanza fastidiose che mi impediscono di terminare il rapporto. Mentre quando vado a camminare o faccio anche solo le scale mi sento semplicemente male tanto che devo fermarmi (quindi il collegamento con l'aria è meno diretto, ma ho notato che anche qui se riesco a espellere l'aria va meglio).
Mi ricordo che anni fa per lo stesso problema ( ma molto meno accentuato, e che non mi creava limitazioni ma solo eruttazioni frequenti ) il dottore mi prescrisse Peridon.
Volevo quindi chiederle se le mie ipotesi sono verosimili? E anche se il Peridon o altri farmaci procinetici si possono prendere insieme a Zoloft (dosaggio 50 mg).
Assumo anche vitamina D 10 gtt/die per carenza della stessa.

Mi scusi se mi sono dilungato. Voglio solo cercare di risolvere il mio problema che dopo un anno e tanti soldi spesi in visite ancora è presente. Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87

Si tratta della sindrome gastro-cardiaca di ROEMHELD.

In pratica la distensione gastrica (da aerofagia) determina una reazione diretta (sollevando il diaframma) o indiretta (via nervosa) sull'attività cardiaca. Si tratta di reazioni cardiache del tutto benigne e la prevenzione può essere fatta con farmaci procinetici (domperidone, levosulpiride, ecc.), con prodotti che riducono l'aria nello stomaco (simeticone, cabone vegetale) e, soprattutto, con una corretta alimentazione e stile di vita.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2015 al 2018
Ex utente
Grazie per la risposta dr Cosentino.
Perciò la mia sintomatologia è verosimilmente da sindrome di ROEMHELD come penso io?

Il domperidone e simeticone si possono assumere insieme allo Zoloft o si rischia un prolungamento del tratto QT e cose simili?

Infine le chiedo se i miglioramenti in caso di assunzione di tali farmaci sono immediati . Non è che io non abbia pazienza di aspettare ma vorrei capire se è realmente questo il problema (lo spero!)
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
I farmaci possono essere assunti senza interazioni. Ovviamente gli effetti sono individuali ed è molto importante associare dieta e stile di vita idonei...





[#4]
dopo
Attivo dal 2015 al 2018
Ex utente
Buongiorno dottor Cosentino.
Questa mattina sono andato dal medico. Mi ha prescritto SIMECRIN 120 mg da assumere 2 volte al di , compresse masticabili.
Volevo chiederle se questo rimedio può essere sufficiente per prevenire eventuale aria nello stomaco e quindi la sindrome di Roemheld.
Inoltre le compresse masticabili significa che vanno solo masticate (tipo chewing gum) o prima masticate poi ingoiate ? Scusi l'ignoranza in materia.
Cordiali saluti
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Il prodotto può andare bene. Ovviamente le compresse una volte masticate vanno ingoiate.


Auguroni.


Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa