Utente
Buonasera a tutti.

Sono un ragazzo di quasi 21 anni e generalmente non ho mai sofferto di problemi di stomaco. Nell'ultimo mese qualcosa sembra essere andato storto: ho avuto una febbre improvvisa e molto alta (39.6 celsius)con diarrea. Nonostante la febbre sia passata dopo un paio di giorni grazie l'assunzione di tachipirina, ho continuato ad avere diarrea acuta per circa 14 giorni. Provai a prendere l'Imodium che non mi diede alcun sollievo. Per circostanze sfortunate, trovandomi all'estero, non sono stato in grado di vedere un medico in tempo ed il problema e' passato da solo. Adesso mi rimane comunque un problema: alla fine di ogni pasto ho la sensazione di avere lo stomaco gonfio e, seppur piu' raramente, mi duole un po' l'addome immediatamente sotto lo sterno e la parte bassa del fianco destro. In oltre, ho notato che le mie feci sono (solo a volte) un po' anomale: presentano dei puntini bianchi ed ho anche la sensazione di vedere del sangue.
Sono molto preoccupato anche perche' dovendo fare per l'universita' una ricerca sulla genetica dei cancri (ed essendo un tipo MOLTO ipocondriaco) ho cominciato a leggere i vari sintomi provocati da vari carcinomi che colpisono l'apparato digerente e mi sono terrorizzato. So che quasi sicuramente non si tratti di nulla di grave e che, come al solito, percepisco tutti i sintomi amplificati per 100 volte. Volevo comunque un vostro parere sugli esami da effettuare per scongiurare una robaccia del tipo un tumore al colon, allo stomaco o a non so cosa.
Per volta ultima informazione, forse vi sara' utile sapere che mio padre soffre di ernia iatale e che nessun membro della mia famiglia ha mai avuto un tumore se non mia sorella che e' stata operata per un adenoma sotto la mandibola completamente rimosso senza alcuna conseguenza.

Vi ringrazio per la vostra pazienza e spero che possiate rispondermi il prima possibile.

Cordiali saluti.

[#1]  
Prof. Silvestro Lucchese

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
GENTILE SIGNORE,
IL SUO QUADRO CLINICO E' CONFUSO DALLE VARIE IPOTESI CHE SI PROPONE .
NEL SUO CASO PENSO SI POSSA PARLARE DI UNA SITUAZIONE TRANSITORIA ANCHE SE RISULTA DIFFICILE ESPRIMERSI SENZA AVERE SVOLTO UNA VISITA SPECIALISTICA E DOCUMENTATA DA ALMENO ALCUNE INDAGINI DI BASE, TRA CUI UN ESAME DELLE FECI, ANCHE PARASSITOLOGICO.
LE CONSIGLIO DI LEGGERE L'ARGOMENTO CHE LE INTERESSA NEL MIO SITO :
www.silvestrolucchese.it

DISTINTI SALUTI
Prof. Silvestro  Lucchese