Utente
Vorrei una sua opinione su questa mia storia clinica.
A Marzo 2015 ho avuto un forte attacco di gastroenterite(40 di febbre,e 15 scariche di diarrea completamente liquida nel giro di poche ore). Sono stato quella notte al San Paolo a Milano,e mi hanno messo un po' a posto(antibiotico battericida,liquidi,e tachipirina 1000). La mattina dopo stavo già molto meglio. Su consiglio del gastroenterologo,ho fatto qualche giorno ulteriore con il bimixin e probiotici. Avevo effettuato una gastroscopia il mese prima(febbraio 2015) per dolori forti allo stomaco. È stata trovata una gastrite superficiale moderata e una piccola ulcera duodenale. Le biopsie hanno evidenziato la presenza dell'helicobacter nell'antro dello stomaco. Stando bene,dopo 10 giorni dalla fine del bimixin,ho iniziato la terapia per l'helicobacter(2 compresse di pantoprazolo+amoxicillina per 5 giorni e 2 compresse di pantoprazolo+claritromicina+tinidazolo per 5 giorni). Al 2-3 giorno dell'amoxicillina+ipp,ho iniziato ad avvertire un gonfiore molto forte alla pancia. La gastrite e l'ulcera sono andate a posto dopo un 45 giorni(0 dolori dopo quel lasso di tempo,ma ho comunque effettuato l'urea breath test come conferma;debellato l'helicobacter). A settembre ho effettuato la colonscopia;non vi erano lesioni organiche e il referto diceva:
-mucosa colo-rettale con lieve flogosi cronica aspecifica,edemadoso-congestizia.
-mucosa ileale con follicoli linfoidi attivati.
Ho eseguito un breath test al glucosio ed è risultato negativo.
Esame delle feci per il clostridium ed è risultato negativo.
I sintomi che ho ancora attualmente sono gonfiore dopo i pasti,e dolore prima di defecare. Con la dieta fodmap,le cose sono migliorate ma ovviamente i sintomi non sono cessati del tutto. Alternanza tra feci solide e meno solide. Senza la dieta fodmap,feci ricche di muco.
Può trattarsi di un colon irritabile post infettivo?
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Si, è una diagnosi compatibile con i sintomi e la storia clinica.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta,Dottor Favara.
Vorrei chiederle due cose:
1-so che la presenza del clostridium dà delle coliti aspecifiche simil alla miai,oltre a quelle ben più evidenti come la pseudomembranosa.
Ho effettuato solo un esame delle feci per il clostridium; secondo lei è da escludere? le mie feci si alternano da feci dure a più molli,e ho un'evacuazione ogni 1-2 giorni.
2- all'inizio di questa ibs io non conoscevo la dieta fodmap.
mangiavo 150g di pasta di frumento al giorno,e sentivo un gran gonfiore. Dopo due mesi mi è iniziata a girare la testa e ad avere altri sintomi(ingrossamento linfonodi inguinali,sensazione di muco in gola). Ho fatto gli esami del sangue per la celiachia,negativi(comprese le iga totali). Fatto l'esame genetico hla,negativo. Quindi ho tolto tutte le fonti di glutine. Tutto risolto. Il colon irritabile dà la sensibilità al glutine non celiaca? Il problema è che pure con le contaminazioni ho leggeri giramenti di testa e muco. Pensavo che le contaminazioni fossero da evitare nel celiaco,non in un'intolleranza.
Grazie mille per la risposta. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, sono patologie diverse. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it