Utente
Buongiorno sono una ragazza di 24 anni.
Da diversi anni soffro di disturbi digestivi, tachicardia dopo i pasti con eventuali extrasistoli e gonfiore sovente con eruttazioni.
La scorsa settimana ho svolto la gastroscopia con esito: reflusso biliare con gastropatia cronica e cardias incontinente. Sono in attesa dell referto istologico per Helicobacter.
Nel frattempo mi è stata prescritta una terapia a base di neobianacid.
Non riesco a comprendere una cosa: la bile viene prodotta per metabolizzare i grassi, e anche in condizioni di pasto poco grasso, ho letto che viene sempre prodotta, anche se in maniera ridotta.
Ora non capisco come sia possibile che quando ho svolto la gastroscopia, erano passate più di 14 ore dall'ultimo pasto, sia stata rilevata presenza di molta bile nello stomaco e bile che refluiva anche nell'esofago. Il reflusso da bile non dovrebbe avvenire dopo i pasti?
Dunque la mucosa gastrica e l'esofago sono sottoposti a infiammazione sempre, e non solo dopo i pasti, a quanto parrebbe.

Prendendo il farmaco (neobinacid) solo dopo i pasti, lo stomaco è quindi sottoposto a infiammazione da bile lontano dai pasti (non essendo più sotto effetto del farmaco)?

La ringrazio.
Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il reflusso biliare non necessariamente coincide con i pasti!
Proprio questa mancata sincronizzazione è la causa dei sintomi.
Il farmaco da lei citato (in realtà un integratore) è pensato per proteggere lo stomaco dall'acido.
Essendo la bile alcalina (esattamente il contrario dell'acido)..........
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore.
Quindi secondo lei quale sarebbe la terapia indicata?
Esiste qualche farmaco che offre una copertura efficacie per il reflusso da bile?
Sembrerebbe che prendendo neobianacid abbia qualche giovamento per quanto riguarda il lato tachicardia dopo i pasti.
È dunque possibile che oltre al reflusso da bile si affianchi un reflusso acido?

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La terapia, ovviamente, non gliela posso suggerire via web!
Non sarebbe serio e professionale.
Possono giovare dei procinetici.
Assolutamente si: i due reflusso possono associarsi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Certo, mi scusi per la domanda non opportuna.

In tal caso è possibile l'associazione di una cura per il reflusso acido con quella per il reflusso da bile?

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Un'ultima domanda, l'eventuale co-presenza di reflusso acido e biliare non dovrebbe neutralizzarsi a vicenda?
Studio l biotecnologie e pertanto mi sorgono spontanee certe domande "chimiche"

Saluti

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non sempre avvengono contemporaneamente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia