Utente
Buonasera, sono una ragazza di 23 anni, ho sempre sofferto di disturbi intestinali e a 10 anni mi hanno diagnosticato l'intolleranza al lattosio. il mio consumo di latticini ora è davvero esiguo, si limita a un po' di grana sulla pasta, eppure negli ultimi mesi sto soffrendo di improvvisi attacchi di diarrea, con coliche talvolta così forti da farmi sudare, in seguito ai quali mi sento così spossata che posso solo stare a letto. questi attacchi si presentano una o due volte al mese. ho tenuto un diario annotandomi cos'avevo mangiato prima di ogni episodio ma non riesco davvero a trovare un filo conduttore.
non ho altri particolari disturbi, se non l'ansia, ma non ho visto una correlazione tra momenti in cui sono in ansia e le diarree improvvise.

Ho fatto la ricerca di anti-transglutaminasi ma è risultata negativa, così anche la ricerca di parassiti, e ho fatto il dosaggio della calprotectina che è risultata inferiore a 50.
ci sono altri esami che mi potete consigliare?

potrebbe essere un'intolleranza al glutine invece di celiachia? (contando che io consumo frumento quotidianamente ma sto male solo un paio di volte al mese)
dato che mi è capitato di avere mal di pancia anche con gelato a base vegetale e anche con la cocacola, sapete di qualche colorante o conservante o dolcificante che può dare questo tipo di reazione?
le mie sono ipotesi perchè non so più che pesci pigliare!
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sembrerebbe un intestino irritabile.
Deve mai svegliarsi la notte x evacuare?
È consigliabile una visita gastroenterologica.
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
no, fortunatamente non mi succede mai di notte.
sicuramente mi rivolgerò a un gastroenterologo, ma le chiedo un'anticipazione: con la diagnosi di colon irritabile si può fare qualcosa per prevenire o attenuare la frequenza degli attacchi? sono invalidanti dal punto di visto anche psicologico: a volte mi impedisco di uscire per paura di stare male mentre sono fuori..
la ringrazio molto per la rapidità della risposta

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo ma prima occorre una visita!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia