Utente
Gentili medici, ho 42 anni chiedo un parere x dei disturbi che accuso. Premetto che in vita mia ho sempre mangiato pochissima carne e meno ancora il pesce ed e' da maggio che sono passata a una dieta latto- ovo vegetariana introducendo in sostituzione della carne alimenti a base di soia. Detto questo i problemi iniziano a metà luglio con improvvisi dolori alla pancia seguiti dall espulsione di feci mollicce mai liquide 2/3 scariche al giorno x due giorni ,poi la situazione sembrò tornare regolare x due settimane x poi ripresentarsi con le stesse identiche modalità x due gg 2/3 volte al giorno. Poi andai in vacanza e li x due settimane ebbi ostinatissima stitichezza che miglioro' solo quando rientrai a casa. Ora praticamente sono due mesi che vado di corpo una volta al dì ma sempre poco formata con presenza di muco giallo e a volte pezzettini di residui rossi che non capisco se é cibo o sangue e mi rimane la sensazione di non essermi scaricata completamente . Spessissimo dopo i pasti mi si gonfia tantissimo la pancia e si riempie di aria rumori e borbottii forti e imbarazzanti e ho dolori all addome e alla pancia. Dà dieci giorni si sono uniti anche problemi di digestione , qualunque cosa mangio faccio fatica a digerita e ho continua eruttazione e senso di nausea . Sono stata da un gastroenterologo e ho spiegato tutto questo ,lui mi ha fatto fare campioni di feci per tre giorni per i quali sto aspettando l esito . Non mi ha fatto nessuna visita non si e' espresso di niente e non mi ha rassicurata. quindi chiedo gentilmente un parere a voi. Tutti questi problemi potrebbero essere dovuti semplicemente al cambio di dieta o devo aspettarmi altro ,magari pensare a un intolleranza alla soia o qualche malattia piu' grave?
Saluti e grazie

[#1]  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
può essere una semplice intolleranza alla soia.
Ma consiglieri una colonscopia per sicurezza.
Ha fatto degli esami del sangue recenti?
Cordialmente
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, gli esami del sangue li ho fatti e sto aspettando i risultati e sto aspettando anche quelli delle feci. Mi scusi ma i sintomi da intolleranze si manifestano anche nei giorni che non si ingerisce l alimento sospetto? io mangio prepararti di soia due massimo tre volte a settimana.
Saluti

[#3]  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Certo una volta ingerito rimane nel corpo per più giorni.
La digestione è lenta.
Saluti
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#4] dopo  
Utente
Salve,
Esami del sangue ok ma nelle feci a sorpresa sono risultata positiva all endolimax nana . il gastroenterologo che mi aveva in cura mi ha fatto subito allarmismo dicendo che è un parassita difficile da debellare ,che dovevo innanzitutto sterilizzare tutti i miei indumenti personali ,mi ha prescritto cura con flagyl e trimonase ma assumendo flagyl ho avuto purtroppo reazione allergica e ho dovuto sospendere. Ricontatto allora il gastroenterologo e mi dice che è inutile usare solo trimonase xke già assieme a flagyl era difficile avere effetti positivi, usato da solo ancora meno e ha aggiunto che in Italia non ci sono altri farmaci x debellare il suddetto parassita che tral altro non sa dire da cosa io possa averlo preso e neanche ha saputo dirmi se i sintomi che ho tutt ora sono riferibili a questo parassita. Ovviamente cercherò un altro gastroenterologo o magari anche infettivologo , nel frattempo chiedo gentilmente un parere qui.
Grazie

[#5]  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
Per il trattamento possono essere utilizzati diversi farmaci. In caso di infezione asintomatica o di amebe non histolitiche, è possibile utilizzare accanto al metronidazolo la paramomicina; la diloxanide furoato è il farmaco alternativo. In caso di una patologia leggera, media o severa e in caso di infezione extraintestinale, i farmaci di prima scelta sono il metronidazolo e il tinidazolo, seguiti da iodochinolo, paramomicina o diloxanide furoato.

Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#6] dopo  
Utente
Il problema è proprio anche capire se i disturbi che accuso sono dovuti a questa endolimax o meno. Da quel che mi dice lei quindi farmaci ce sono anche altri oltre al flagyl ovvero metronidazolo che non posso assumere dopo la reazione allergica. E sarebbe confortante anche capire come ho contratto il parassita.

[#7]  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
mi scriva un messaggio privato.
Trova le indicazioni in scrivi un messaggio privato.
Grazie
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#8] dopo  
Utente
Mi spiace ma non riesco a capire come si scrive in privato..comunque se vuole mi risponda pure qui non ho problemi. Il mio problema ora è alleviare i miei disturbi e trovare uno specialista più umano di quello che mi ha visitata.
Grazie

[#9]  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Mi scriva a

dottvolpimichele@gmail.com

allegando più documentazione medica possibile.
Cordiali Saluti
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com