Utente
Salve Gentili Dottori,

ho 32 anni,3 anni fa mese di marzo, ho avuto una pancreatite acuta, di origine sconosciuta, ma nei giorni precedenti ho mangiato molto e ho bevuto una birra.
Premetto che sono una persona che beveva alcol una volta al mese, una birra o un drink il sabato sera.
In quel periodo era carnevale e ho mangiato tanto.
I medici mi hanno detto che è potuto essere anche un virus intestinale perchè ho cominciato con vomito e diarrea, che non mi passava dopo 7 gg. al pronto soccorso mi hanno riscontrato valori di amilasi a 218 lipasi 247.
Nei giorni successivi si solo alzati ulteriormente questi valori fino ad arrivare a 750 e 1100 rispetivamente nel mese di marzo/ aprile. Con dolori fortissimi a sbarra tipici della pancreatite.
Sono stato ricoverato 8 marzo e messo a digiunno con foy e alimentazione in flebo per un mese e mezzo.
Alla colangiografia mi hanno rirscontrato un microcalcolo e volevano togliermi la colecisti.
Ma mi sono fatto dimettere e fatto tante visite private. La colecisti era sana e nessuno ha riscontrato nemmeno il microcalcolo.

Nei mesi seguenti seguo una dieta poverissima di grassi, mangio sempre brodini e verdure e petto di pollo. I valori si abbassano, ma non rientrano del tutto ancora oggi di pochi punti.

L'ultimo esame che ho fatto risale a maggio 2016 amilasi 107 (v.n. 0-100) e lipasi 70 (v.n. 7 - 60)

ho pancreatite cronica secondo voi?

quelli precedenti a volte sono rientrati a e a volte superano il valore normale di pochi punti.

Questa settimana però, ho bevuto una birra piccola 5% vol. una sera, e le sere precedenti ho bevuto a tavola tre bicchieri di vino.

Non ho accusato nulla.

Ieri ho avuto un attacco di vomito e diarrea, dopo nausea, non so se è dovuto all'alcol o a un virus intestinale. Il pomeriggio avevo preso un gelato con mia nipote e anche lei per quel gelato è stata male con la pancia (coincidenza?)

Pensate che una birra piccola e tre bicchieri di vino delle sere precedenti mi abbiano fatto riavere una pancreatite?

So che ho sbagliato a tavola e mercoledì devo fare le analisi del sangue. Dopo tre anni volevo concedermi questo sfizio, sbagliando, capisco che può essere letale.

Vorrei sapere se la mia condotta puo mettere a rischio la mia salute. Con la promessa fatta a me stesso che non toccherò più alcol.

Vi ringrazio per un consulto.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La sua pancreatite è stata "senza causa" e ad oggi non si può parlare di pancreatite cronica. Non deve esagerare con gli alcolici ma non credo debba diventare astemio a vita. Non vedo al momento motivi di preoccupazione.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta Dott Cosentino,
ho fatto le analisi e i risultati sono stati questi:

amilasi pancreatica: 75U/l (valori di riferimento 15-53)

lipasi 76 U/l (val. rif. fino a 78

amilasi tot 122 (val. rif. 25-125)

glicemia 82 mg/dl (val. rif 60-110)

gli altri valori generali sono tutti usciti nella norma, anche emocromo, transaminasi ecc, solo amilasi pancreatica è uscita di segno +

dovrei preoccuparmi? Ogni volta sempre la pancreatica esce qualche punto sopra i valori normali.

Sono stato in cura da diversi medici e mi hanno detto che a parte darmi enzimi pancreatici quando la malattia era in fase acuta, bisogna solo stare attenti all'alimentazione, grassi alcol ecc.

Mi sono dimenticato di dire che ho fatto anche esami del DNA per vedere se c'èra un difetto genetico che poteva portarmi a delle pancreatiti, o fibrosi cistica. Ho fatto di tutto. Il risultato è stato negativo.

Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non vedo motivi di preoccupazione.

Cordialità
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it