Utente
Buongiorno,

Da gennaaio 2017 ad oggi, non costantemente ma con frequenza variabile, devo dire parecchio frequente da luglio soffro di alcuni sintomi fastidiosi sintomi che non ho mai avuto in precedenza..
Innanzitutto devo dire che non ho sempre avuto buone abitudini alimentari, cosa che ora invece ho costantemente, ma sebbene mangi bene i sintomi rimangono. E quando ero più giovane avevo frequenti eruttazioni (volontarie) non so come scriverlo.. quelle che si fanno bevendo le bibite gassate e si amplificano con l'ingestione di aria... cosa che ovviamente non faccio più ma che dicevano potesse rovinare lo stomaco..

Molto molto spesso dopo aver mangiato qualche ora dopo avverto un senso di dispnea con senso di pienezza a livello dell'esofago con nausea.. che poi poco a poco tende a scomparire.. lasciando però alcuni strascichi, frequenti eruttazioni (nel ordine delle 10/15 dopo cena) e ogni tanto dei dolori alla pancia che scompaiono a digestione avvenuta e frequente stanchezza inspiegabile... in tutto ciò anche la flora batterica non è delle migliori.. alterno periodi di diarrea a periodi di flora apposto.. e questi "periodi" sono alternati frequentissimamente oggi sono a posto... 3 giorni fa avevo diarrea per dire...

Il medico mi ha dato una cura con lansopranzolo che però aumenta la diarrea facendo passare lo stomaco.. e riconduce i miei sintomi al colon irritabile dato una situazione un po ansiosa che vivo da un paio di mesi...

Io volevo capire se davvero il nervosismo può causare questa tortura digestiva e sia attendibile o se sia come penso io necessaria una visita dal gastroenterologo per indagare questi sintomi... ma vorrei capire anche cosa potrebbe essere..

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sono sintomi da colon irritabile, ma spesso dietro a tale termine (abusato dai medici...) si nasconde una qualche intolleranza alimentare (lattosio, glutine, ecc.):

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-o-altro-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html


Il mio consiglio è, quindi, di approfondire in tale settore.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore ho letto per bene l'articolo indicato, quindi a quale specialista devo rivolgermi per verificare l'esistenza di tutte quelle intolleranze o condizioni dello stomaco? Ad un gastroenterologo ? Anche perchè ho letto che vanno escluse tutte le patologie intestinali che non ho mai approfondito

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente, ad un gastroenterologo.

Auguroni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it