Utente
Mi trovo qui a scrivere perché ormai stanca dalle ripetute recidive in materia. Nel mese di luglio a seguito di un'infezione dentale ho preso un antibiotico, lo zinco, dopo qualche giorno ho iniziato ad avere forti dolori alla fossa Iliaca sn.Il curante mi dice che trattasi probabilmente di colon irritato e di fare visita gastroenterologo, mi reco dal gastroenterologo sostiene anche lui una sindrome del colon irritabile e mi consiglia di assumere duspatal al bisogno e fermenti (vsk#3), dopo qualche gg sto un po' meglio, ma successivamente il dolore si ripropone, torno da lui e dice di rivolgermi ad un ginecologo perché probabilmente il dolore è legato a problemi ginecologico. Ok! Mi rivolgo alla mia ginecologa, lei sostiene che potrebbe anche essere legato alla presenza di un varicocele pelvico, ma per escludere altro mi fa fare un tampone vaginale: esito ureaplasma parvum, da curare con miraclin. La sera assumo le due compresse e di miraclin e il giorno dopo ecco di nuovo forti dolori al basso ventre sinistro che si irradiano verso la schiena, come si trattasse di vero e proprio mal di schiena! Chiamo il curante e mi prescrive punture di spasmex Matt e sera intervallate dal duspatal! Io sinceramente ho paura a fare tutti questi medicinali. Chiamo ginecologa x chiedere se esiste un medicinale iniettabile e mi risponde di no. Non so cosa fare, ho paura a prendere l'antibiotico, anche se sto prendendo pantopan e fermenti. Lei mi ha detto di continuare e poi prendere normix per 15 giorni. Tra l'altro, non so se sono sintomi da ricollegare, sento come il bisogno di defecare o mandare aria spesso , e poi la testa un po in aria. Aspetto con ansia un riscontro. Ps: dimenticavo ho chiesto al gastroenterologo se fosse il caso di fare una colonscopia e mi ha detto di no! AIUTOOOOOO

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si potrebbe anche pensare ad una diverticolo/diverticolite. Approfondirei con una colonscopia TAC o con una colonscopia tradizionale.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie per la celere risposta. Quindi per lei non dipende all'assunzione dell'antibiotico? Sarà stata una coincidenza?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un dolore troppo costante per pensare all'antibiotico.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it