Utente 935XXX
Salve,ho 19 anni e da quando sono piccola più o meno a intervalli intermittenti ho sempre avuto mal di pancia e diciamo uno stomaco sensibile. Soffro di aerofaggia alle volte non silenziosa alle volte si. Mio padre e mio nonno materno hanno anche loro l'aerofaggia. Il mio è un problema un pò più evidente anche perchè sono una ragazza e non è molto piacevole. Il mio medico curante riguardo a questo mi ha detto che mangio troppo velocemente per cui ingerisco dell aria e mi ha dato dei fermenti lattici,durante i quali mi sono sentita meglio. Molto spesso vado liquida in bagno,per me è diventata un'abitudine per cui una volta alla settimana mi aspetto qualche dolore durante l'evacuazione o comunque che non sia solida. Ho notato che il latte mi fa questo effetto e mi produce anche moltissima aria ma moltissima e soprattutto grassa e puzzolente,roba che rimane per 20 minuti nello stesso posto anche se mi sono spostata.
Ho fatto la mia prima visita ginecologica ed è risultato tutto a posto. Ho riferito alla dottoressa dei dolori al seno e mi ha dato keratose. Questo me li ha fatti passare ma non del tutto.
Ho sempre il ventre gonfio costantemente eccetto d'estate quando vado al mare perchè evidentemente mangio di meno e tendo a sentirmi meglio,credo.
La mia preoccupazione ora è data da ieri perchè mi sono svegliata per i dolori alla pancia dati dall'evacuazione forte che dovevo assolutamente fare e che si è rilevata liquida e violenta. (Molte volte ma molte da piccola andare in bagno significava sedermi concentrarmi sudare freddo per evacuare poichè sono un pò stitica cosa che sembra stia migliorando da quando mangio molte più fibre e prugne secche)Stavo andando a lavorare quando durante il cammino dalla macchina al luogo di lavoro ho avuto dei dolori che partivano dal seno fino all inguine mi sono piegata istintivamente per attenuare i dolori ma niente respiravo più profondamente ma niente mi sono sdraiata e comunque sono diminuiti ma non scomparsi dopo aver preso il buscopan. La cosa che mi ha spaventato è stata la sensazione di incollamento degli organi interni quando mi addrizzavo con la schiena,il dolore si è spostato da dx a sx sempre basso ventre.
Ora io vorrei non averli più e soprattutto capire da cosa sono generati,il medico mi ha detto di mangiare più lentamente lo sto facendo e in effetti gli intervalli tra una fitta e l'altra si sono allungati ma non sono scomparsi. Ho pensato che potrei avere un'allergia alimentare.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara Utente, i sintomi che riferisce possono essere spiegati con un colon irritabile, ma Le consiglio di eseguire una visita specialistica.
Cordiali saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica