Extrasistole e pantoprazolo

Buonasera, come si può evidenziare nei miei precedenti consulti è più di un anno che cerco di trovare la causa delle mie extrasistoli. Dopo molte molte analisi ecografie ecc l'unico modo in cui le mie extrasistoli scompaiono del tutto è tramite l'assunzione di pantoprazolo 40mg prima di colazione. Sono tre mesi che va avanti questa storia! Il medico mi ha fatto eseguire vari test tra cui un esame per studiare intolleranze e allergie e ha detto che la causa potrebbe essere la mal digestione di cibi intolleranti quali lievitati, latticini, tonno e caffè. Premetto che senza l'assunzione del pantoprazolo soffro di reflusso (anche se non ogni dieci minuti) sopratutto quando devo abbassarmi fisicamente o quando bevo acqua, a volte sembra che il cibo rimanga in gola. Evitando ogni tipo di latticino dolori e coliche sono scomparse ma rimane il problema delle extrasistoli e non so più dove sbattere la testa.
Cosa mi consigliate?
Ps: durante un ecg il cardiologo (dove ho fatto tutti gli esami per escludere problemi al cuore) trovò dei bev mlnomorfi e mi disse che c'è una spina irritativa che scatena queste extrasistoli e di provare col pantoprazolo solo 15gg.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66k 2,1k 87
C'è una vera relazione fra reflusso ed extrasistoli per cui l'omeprazolo risulta terapeutico. Ecco l'articolo:

https://www.medicitalia.it/news/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/5389-cuore-aritmie-e-reflusso-la-relazione-esiste.html


Cordialmente

Felice Cosentino

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Intanto la ringrazio per la cortese risposta! Comunque io sto assumendo il pantoprazolo e non l'omeprazolo ma, in ogni caso, cosa può comportare una cura di mesi con tali farmaci? Alla fine non mi è mai stata diagnosticato nulla, mi han dato questo farmaco per "provare" / "trovare" la causa scatenante. Il mio medico ha detto di continuare a prenderlo però alla fine non so cosa ho. Cosa mi consiglia di fare?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa