Utente
Salve, premesso di essere stato influenzato dallo scorso sabato sino a ieri; che soffro da anni di (se così si può dire) colite nervosa. Considerato che durante il periodo influenzale si è ripresentato un fastidio che ho avuto in passato all'addome superiore dx appena sotto le costole e che tale sensazione di fastidio raggiungeva il fianco destro.
Ora sono un paio di giorni che al respirare profondamente avverto un dolore al fianco destro. Ieri sera dopo aver cenato sentivo la pancia gonfissima e piena d'aria.
Durante il periodo influenzale però nonostante fossi affamato, non riuscivo a mangiare come al solito in quanto dopo i primi 2 Bocconi mi sentivo pieno, cosa rara viste le mie abitudini.
Pertanto, poiché il curante nei mesi scorsi, al riferirlo del fastidio all'addome superiore e fianco dx, riteneva che fosse sindrome da colon irritabile, vorrei anche un Vs parere è vorrei inoltre sapere se detta sindrome può anche causare una ridotta quantità di feci evacuate.

Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
sì, una delle varietà di sindrome dell'intestino irritabile presenta costipazione (stipsi).
In relazione alla localizzazione della sintomatologia è utile anche una valutazione delle vie biliari cin eoografia.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dott. Scotto, innanzitutto la ringrazio per la celere risposta.
Per quanto riguarda l'esame ecografico, l'ultima volta che ho eseguito l'eco addome completo è stato un paio di mesi fa, sempre a causa di questo fastidio, che all'epoca però era meno evidente. Durante l'esame il medico non riscontrò nulla di particolare, anzi, in quella occasione, rispetto all'esame precedente, avevo meno gas intestinali ed una regressione della steatosi epatica precedentemente riscontrata. Secondo lei sarebbe opportuno ripetere nuovamente l'esame?

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
No. Non ci sono indicazioni per ripetere l'esame che esclude così la presenza di calcolosi biliare.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.