Utente
Buongiorno dottori, ancora una volta mi complimento con voi per il grande supporto che date alle persone, ma vengo subito al punto:
Ho chiesto altre volte qui un consulto per la medesima problematica, sono un uomo di 41 anni con un probabilissimo colon irritabile, il dott. Cosentino mi ha più volte rassicurato, ma da qualche giorno ho iniziato ad avere dei dolori più forti sul fianco sinistro soprattutto al mattino prima e dopo l'evacuazione, all'altezza della curva splenica, diversi borborigmi e molta aria espulsa. Qualche giorno fa sono stato dalla dottoressa lamentando il fatto che dal mese di Agosto ho iniziato ad avere questi problemi, con cambiamenti continui dell'alvo, lei sostiene che è sempre colon irritabile e mi ha prescritto la colonscopia (anche se per lei non necessaria) solo per rassicurarmi di non aver nulla. Da oggi, dopo l'ennesimo episodio doloroso, mi metterò a dieta ferrea, senza alcolici nemmeno ai pasti, possibile che questa "sindrome del benessere“ sia così ostinata? Possibile che non se ne riesce ad uscirne e che a volte i sintomi sono così fastidiosi e anche se raramente, molto dolorosi da farti pensare di avere un brutto male?
Specifico che il mio calvario ebbe per la prima volta inizio due anni fa a seguito di una terribile influenza gastroenteintestinale, ma da allora la sintomatologia è mutata tantissimo, prima mi dava la nausea, poi il gonfiore e per ultimo, ha iniziato a darmi il dolore, ho effettuato a inizio anno un'ecografia addome completo e analisi di routine, tutto nella norma. Credo di rivolgermi a voi veramente perché ho ricominciato ad essere molto, molto spaventato e sono in cerca di consigli e soprattutto rassicurazioni. Cordialità

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La sindrome dell'intestino irritabile non guarisce e dura tutta la vita.
Si può mantenere sotto controllo ma periodicamente riesce fuori con fastidi e sintomi.
L'ansia non aiuta.
Tutto qui!
Se qualcuno le dice che le può guarire l'intestino irritabile, mente sapendo di mentire.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto tutto la ringrazio per la premura e la tempestività, purtroppo la sua risposta ha veramente del concreto, la cosa che mi preoccupa sono quei momenti come adesso, quando si sta veramente male, quando si inizia a pensare che non sia colon irritabile, ma ben altro. Quindi dottore, sono normali i dolori, anche piuttosto intensi? Praticamente ormai ho un'orchestra nel colon, un continuo movimento e rumore. Vorrei solo essere più sereno, intanto da oggi mi sono messo a mangiare in bianco, vediamo se mi riprendo. Inoltre la mia dottoressa dice una cosa molto intelligente, che sono ormai due anni che ho questo tipo di problemi e che se avessi avuto qualcosa di importante dal mese di Agosto, sicuramente sarei già finito in ospedale o in cura. Che ne pensa lei?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Che la sua dottoressa mi sembra preparata e saggia!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, scusi un'altra volta il disturbo, ma questa mattina mi sono alzato alle 5 per andare ad urinare, stavo bene diciamo, poi ho iniziato ad avere quel principio di dolore, sempre al fianco sx, cambia sempre posizione, prima all'addome, poi il fianco e non risparmiandosi nulla, per finire la schiena, quindi mi sono fatto una tisana al finocchio e preso uno spasmomen somatico da 40, prescritto dal medico. Dopo un po' che ciondolavo per la cucina immaginando svariate patologie, mi sono stancato e sono andato a letto, mi sono subito addormentato per poi svegliarmi due ore dopo per accompagnare la bimba a scuola, ed ecco che riprende il dolore.
Dopo che sono rientrato ho fatto la doccia, durante la quale non sentivo nulla, ma appena finito, eccolo di nuovo il dolore a invalidarmi la giornata. Non so cosa pensare, sono agitato e frustrato, pensavo di andare in ospedale.......
Che ne pensa? Sono stanco di essere preoccupato.......

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si affidi ad un bravo psichiatra per curare la sua ansia!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio per la schiettezza, ne parlerò con il medico, sperando sempre che questo incubo finisca.

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non si tratta di schiettezza.
Lei rischia di fare una vita da malato pur essendo sano.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Grazie, cercherò innanzitutto di impegnarmi a riequilibrare la mia ansia, a mettere i piedi per terra, come dice giustamente lei, non si deve cercare una malattia essendo sani.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Bene!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia