Utente 541XXX
Salve gentili medici,
Vi scrivo per esporvi il mio problema. Premetto che sono un ragazzo di 19 anni abbastanza ansioso. Questa mattina andando di corpo regolarmente, ho notato che sulla carta igienica il residuo si presentava particolarmente rosso, anche se nelle feci non ho notato alcuna traccia anomala. Circa un paio di mesi fa ho fatto visita gastroenterologica, esame del sangue occulto ed eco addominale, tutte risultate negative; ora io vi chiedo, è possibile che quello sulla carta potesse essere sangue o è più probabile che siano residui di cibo del giorno precedente? Il pranzo precedente avevo mangiato pasta al sugo e polpette al sugo, mentre la sera avevo consumato sempre pasta al sugo con peperoni di contorno.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Presumo si tratti di residuo alimentare e alla sue età non penserei alle brutte malattie. Si tranquillizzi


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 541XXX

Buongiorno dottore,
Anzitutto mi scuso se riapro il dibattito e le porgo le mie scuse anche per non averla ringraziata riguardo alla sua tempestiva risposta di ieri, ma oggi il problema si è ripresentato. Sono molto preoccupato, questa mattina andando di corpo ho ancora notato sulla carta igienica una lieve stiratura rossa frammista al residuo fecale, benché ieri non abbia consumato alimenti rossi. Le feci si presentano normali, sia per colore che per odore, senza tracce visibili; le tracce rosse sulla carta sono presenti solo e non oltre "la prima passata". Dice che devo ripetere l'esame del sangue occulto? O procedere con esami più approfonditi tipo una colon-scoppia? Possibile che i test fatti appena un paio di mesi fa non abbiano già più validità di indicatori di buono stato di salute?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe allora essere utile una visita proctologica, non la colonscopia
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 541XXX

Gentile dottore, la ringrazio. Ovviamente entro i limiti del consulto a distanza, ma lei suppone possano esserci le condizioni da far pensare a qualcosa di serio e preoccupante?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Assolutamente no.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 541XXX

Allora la ringrazio per la sua cordialità e la terrò aggiornata, buona giornata

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bene, a risentirci
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it