Utente 564XXX
Buona sera ho 50 anni sono in meno pausa da tre anni e ho appena effettuato una colonscopia come da protocollo avendo avuto una madre deceduta a 72 anni per tumore al sigma colon retto.

In questa ultima colonscopia (agosto 2019) hanno refertato: Esame condotto Sino al cieco. Pareti elastiche e ben distensibili non lesioni endoscopicamente apprezzabili in tutti i tratti esplorati. Presenza a circa 30 dal m. a. Di angiodisplasia oltre che di emorroidi congeste del canale anale.

Mentre nella prima colonscopia eseguita nel 2014 Avevano refertato: emorroidi interne. Il sigma è allungato e convoluto e del collo allungato. Non lesioni mucose. Congestione del plesso emorroidario con fibro papillomi in retroversione rettale.

Le mie domande sono le seguenti: è il caso di farmi vedere x un parere a un gastroenterologo? Faccio presente cheOgni anno faccio anche visita proctologia per le emorroidi che ho da anni di primo e secondo grado che ogni tanto causano piccoli sanguinamenti ma per ora senza fastidi o dolori.
Mi chiedo come mai due reperti a distanza di cinque anni così diversi. Nel primo non c’è angio displasie e nel secondo non vengono nemmeno citati i fibro papillomi.

È il caso che mi debba mettere nelle mani quindi di uno specialista secondo il vostro parere? Il quadro che viene descritto secondo voi è un quadro di normalità? Ogni quanto è consigliabile nel mio caso eseguire la colonscopia? E sempre nel mio caso è utile lo screening previsto dalla regione Lombardia per la ricerca del sangue occulto oppure è inutile Visto che faccio visita proctologica e conoscoPia? Sono un po’ preoccupata soprattutto per il fatto che ci sia una familiarità. Vi ringrazio moltissimo.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
L'angiodispalsia è una piccola alterazione vascolare che può a volte non risultare evidente ad un esame endoscopico ( per spasmo della formazione). Inoltre in 5 anni può essere comparsa, quindi non presente al precedente esame. Non tenga conto di tale formazione. I fibropapillomi invece possono non essere stati evidenziati, ma si tratta di una patologia insignificante.
Non ha senso fare il sangue occulto dovendo eseguire ogni 5 anni la colonscopia di prevenzione


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 564XXX

Buongiorno dott. Cosentino ho letto la sua celere risposta e la ringrazio moltissimo.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla, è stato un piacere.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 564XXX

Mi scusi Dottor cosentino solo un’ultima domanda a cui credo mi abbia già risposto ma per esserne certa le chiedo quindi nel mio caso è sufficiente ogni cinque anni ripetere la colonscopia? Ho letto varie opinioni su questo alcuni dicono addirittura ogni anno bisognerebbe farla avendo familiarità. Quale è la sua opinione? La ringrazio ancora molto

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le linee guida parlano dai 3 (in presenza di polipi) ai 5 anni (come nel suo caso)

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 564XXX

Grazie davvero!