Utente 567XXX
Buongiorno, mi rivolgo a voi perchè sono disperata, non sapendo più cosa poter fare. La situazione riguarda mio figlio di 17 anni. Il mese di agosto dopo aver mangiato una pizza all'improvviso si è sentito come soffocare. Corsa al pronto soccorso dove le hanno fatto una puntura di antistaminico e cortisone pensando ad un'allergia. Nel tempo siamo tornati altre 3 volte al pronto soccorso dove tutti gli esami risultavano normali. Abbiamo anche fatto l'elettrocardiograma, ecocardiografia e elettrocardiogrmma sotto sforzo (avendo anche problemi di tachicardia). l'ecografia addome superiore e inferiore, esami del sangue vari, visita dal pneumologo. Tutti gli esami sono risultati nella norma. La diagnosi è quella di reflusso gastro esogafeo.
Il suo problema è quello che quando ingerisce del cibo si sente un bolo in gola e quindi ha praticamente smesso di mangiare se non cibi liquidi. Siamo andati dal gastroenterologo che ha prescritto una cura di 2 mesi a base di: pantoprazolo 40 mg mezz'ora prima di colazione e cena per 2 mesi, gastrotuss dopo ogni pasto. Sucessivamente ci siamo recati dall'otorino che ha dato il seguente responso:
orofaringoscopia: mucose iperemiche, lingua impaniata
laringoscopia con FO: iperemia diffusa faringo-laringea, CCVV mobili, ipertrofia a mucosa integra del baselingua, edema dei cappucci aritenoidei e della regione retrocricoidea.
consigliandoci successivamente una visita foniatrica.
Riporto qui il rsponso del foniatra:
testati liquido, semisoldico e solido secco. Deglutizione adeguata in tutte le fasi in assenza di fenomeno di penetrazione o aspirazione. Non ristagni postdegluttitori. CVV normnomibili, margini regolari, spazio respiratorio conservato. Seni piriformi liberi. Rinofaringite iperemico, ipertrofia e iperemia dei turbinati inferiori, Iperemia lieve e lieve edema aritenoideo bilaterale, ipertrofia del ponte interaritenoideo. Quadro di rinfofaringite ipertrofica da RGE in assenza di sintomi tipici.
Mio figlio sta continuando la cura ma non sembrano esserci dei grandi miglioramenti. Ora ha letteralmente paura a mangiare qualsiasi cosa, quindi la mia domanda: potrebbe trattarsi di ansia? volevo rivolgermi anche a uno psichiatra infantile per chiedere un consulto. Voi cosa mi consigliate?
Vi ringrazio per l'attenzione e le vostre indicazioni a riguardo.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di un'esofagite di tipo eosinofilo, frequente in età giovanile, che comporta un irrigidimento dell'esofago con disfagia. La diagnosi è solo endoscopica con biopsie in esofago e la terapia è con il cortisone spray. Potrebbe comunque eseguire una radiografia con bario dell'esofago per avere qualche elemento diagnostico:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1591-esofagite-eosinofila.html

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 567XXX

Grazie mille dottore per la tempestiva risposta. Questo tipo di esame, ossia la radiografia con bario dell'esofago è invasivo? Quindi lei mi consiglia di rivolgermi ad un altro gastroenterologo facendo presente di poter fare questo tipo di esame?
Grazie ancora per la Sua disponibilità

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un esame radiologico. Se lo faccia prescrivere dal suo medico.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 567XXX

Grazie ancora. lo farò sicuramente presente al medico curante. Quello che però mi fa pensare anche all'ansia è il fatto che mio figlio ha smesso di mangiare dopo un secondo spavento di soffocamento (che in realtà non c'era). Da quel momento continua a dire che non mangia perchè ha paura....
Grazie ancora dell'attenzione

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe essere un problema psicologico, ma è bene escludere vere patologie.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 567XXX

Ha ragione. Seguirò il Suo consiglio. Per ora la ringrazio della tempestività delle risponde e la terrò informato

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene, mi aggiorni.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 567XXX

Buonasera Dottore, volevo aggiornarla sulle condizioni di mio figlio, abbiamo prenotato la esofagogastroduodenoscopia che faremo il 15/11 nel frattempo stamattina ho ritirato gli esiti dell'UREA BREATH TEST ed il referto è questo:
POSITIVO (DOB 13.4) Delta OverBaseline (DOB) = valore normale < 5.
Sono preoccupata, per debellare questo virus esiste una cura efficace? E tutti i sintomi che lui continua ad avere: perdita di appetito, calo ponderale di peso, la sensazione di nodo in gola con difficoltà a degluttire, dolore nella parte retrosternale possono essere collegati a questo batterio?
La ringrazio molto per la sua risposta sono in apprensione

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ribadisco, la disfagia è legata ad una problematica esofagea. Non c'entra l'helicobacter.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 567XXX

Quindi la soluzione definitiva è la gastroscopia. La ringrazio comunque molto

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente. E rinviando si rischia di peggiorare la situazione.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 567XXX

Buonasera dottore, dunque oggi mio figlio ha eseguito la gastroscopia. Le riporto l'esito:
Esofago di calibro e decorso regolare, mucosa regolare. Si eseguono 2 biopsie a 35 cm e 2 a 28 cm.
Cambio di mucosa lievemente irregolare a 40 cm, con impronta diaframmatica a 40 cm coincidente.
Corpo ed andro gastrico normodistensibile, mucosa del corpo caratterizzata da lieve iperemia ed erosioni. Pliche di aspetto regolare in antro, mucosa iperemica diffusamente
Piloro pervio, facilmente valicabile allo strumento 5 mm.
Duodeno esplorato fino al II pozione, bulbo e II porzione regolare.
In retroversione si osserva fondo gastrico regolare con cardias che appare regolare.

Stante la positività al UBT si consiglia:
Esomeprazolo 40 mg 1 c 20 min prima di colazione
Pilera 12c al di per 10 giorni

A parte le biopsie la gastroscopia è normale?
Grazie dottore

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Solo un po' di gastrite......
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 567XXX

Buonasera dottore, il gastroenterologo mi ha prescritto per mio figlio Pilera 12 c al di per 10 giorni. Sono un po preoccupata mi sembra una terapia troppo forte. Danno degli effetti collaterali? ho sentito parlare di stanchezza. Gli volevo chiedere inoltre sull'assunzione: 3 dopo colazione, 3 dopo pranzo, 3 dopo cena e 3 prima di coricarsi. Volevo sapere quante ore minimo devono passare tra un'assunzione e l'altra. La ringrazio infinitamente

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'importante che le compresse vengano assunte dopo i pasti, non è questione di tempo.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente 567XXX

Grazie Dottore, lei è gentilissimo. Stamane abbiamo ritirato l'esito delle biopsie fatte con la gastroscopia per escludere esofagite eosinofila. Il referto è il seguente:
A,B) frammenti superficiali di mucosa esofagea morfologicamente nella norma.
Volevo avere se possibile un Suo parere.
La ringrazio ancora infinitamente per la risposta

[#17]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Niente esofagite....
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it