Utente 462XXX
Gentilissimi, ho 72 anni e senza aver mai avuto problemi gastrici, ne dolori, ne sintomi da reflusso, improvvisamente circa 2 mesi fa ho avvertito a pranzo dolori all'atto della deglutizione nel primo tratto dell'esofago. Dolore che diminuiva dopo varie deglutizioni. Visto il perdurare del disturbo-doloroso sono andato dal medico curante che, sospettando esofagite, mi ha prescritto omeprazolo 20 mg., 1 al mattino + 3 gaviscon sempre al di per 15 gg. . Nel frattempo ho iniziato ad avvertire il dolore non più all'inizio dell'esofago ma più giù (all'altezza fine sterno).
Siamo passati così a 40 mg. di omeprazolo. Nessun miglioramento, sempre dolori ad inizio pasto che scomparivano nella continuazione dello stesso. Sempre osservato dieta, piccoli pasti ed indicazioni varie. Dopo un mese effettuato RX APPARATO DIGERENTE con il seguente esito:
Piccola ernia iatale, reflusso gastroesofageo con segni di esofagite, duodenite bulbare semplice. Confermata terapia di 40 mg. di omeprazolo e gaviscon che ho alternato ad GERDOFF. E' passato un mese con miglioramenti, meno dolore ma non risolto il problema. Gradirei un Vostro prezioso parere ed eventuali suggerimenti sul da farsi. Gaviscon, Maalox, Gerdoff, tra questi quale potrebbe essere più indicato nel mio caso. Infinitamente grato porgo cordiali saluti:

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Se i sintomi non si risolvono troverei indicata una gastroscopia

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it