Utente 571XXX
Salve gentili dottori vi spiego la mia situazione attuale che mi accompagna da un paio di mesi oramai.
Sono un ragazzo di 29 anni, sono sempre stato cicciottello 95 kg di media per 1.
75.
e ho sempre avuto fin da piccolo uno stato ansioso causa secondo me di esser stato vittima di bullisimo in età scolastica.
Ma ora veniamo al nocciolo, il mio carattere è sempre stato allegro, solare quando le cose vanno bene e invece triste, malinconico quando le cose vanno male.
Nei mesi estivi ho avuto una vita piena di stress lavorativo mi è capitato di lavorare anche 7 giorni su 7 senza sosta, e ho riversato come spesso mi capita tutto lo stress accumulato sul cibo spazzatura, fast food, doppie cene, aperitivi.
Fino a quando ad inizio settembre non ho iniziato ad avere strani sintomi ovvero, mal di gola persistente, acidità eccessiva di mattina, gonfiore addominale, patina bianca sulla lingua con senso di amarezza, rumori intestinali, digestione lenta e alternanza dell'alvo con feci Marrone chiaro e morbide e in alcuni casi per fortuna pochi di diarrea liquida.
Stipsi molto rara.
Le feci sono sempre piccole a volte mal formate, mai a forma cilindrica.
A volte ho accusato anche pesantezza addominale con piccoli dolorini soprattutto nel basso addome dx in zona appendice (che non ho più).
Una mattina preoccupato mi reco in PS dove dopo emocromo (nella norma) e dopo ecografia è risultato: fegato lievemente ingrossato come su base steatotica e quota di fango biliare cella colecisti.
Mi hanno consigliato di fare EGDS, cosa che ho fatto e il risultato è stato ernia jatale con reflusso.
terapia IPP+antiacidi.
questa situazione mi ha creato molto stress aggiuntivo, ansia e una paura di avere qualche patologia molto grave.
Ad oggi i sintomi non sono passati, la mia mente è sempre concentrata sul mio malessere e do molta attenzione maniacale ai sintomi giornalieri.
Ho adeguato la mia dieta molto più sana, ma noto che ho perso il senso di fame che avevo fino al mese di settembre, e sto di conseguenza dimagrendo molto quasi 8kg fino ad ora.
Non so più cosa fare e quale specialista consultare, ed a questo punto non so se la mia problematica sia di natura organica o psichica.
Ho perso la voglia di fare qualunque attività che prima mi donava piacere e spensieratezza, mi sveglio più volte nel cuore della notte senza più riprendere sonno e mi sto assentando dal lavoro.
Vorrei solamente che i sintomi andassero via e poter ritornare alla mia normale vita di Prima.
Secondo voi è iniziato uno stato di depressione cronica o devo indagare meglio i miei sintomi con qualche specialista particolare?
Tutti mi dicono che le analisi stanno bene, ma io non sono tranquillo.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gastroscopia negativa per patologie di rilievo.
Faccia una visita psichiatrica per combattere la sua notevole ansia.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 571XXX

Gentilissimo dottore grazie per la sua immediata risposta e visto della sua estrema competenza ne approfitto per farle qualche altra domanda.
1) il colore marrone chiaro e la consistenza morbida delle mie feci che sto avendo ultimamente con alcuni pezzetti di cibo molte volte verdura all'interno devono farmi preoccupare?
2) non avvertendo alcun dolore addominale e alla schiena particolare se non aria, potrebbe essere un problema al pancreas o al fegato? ho letto che il colore chiaro delle feci dipende da una disfunzione pancreatica
3) in tal caso nell'ecografia addominale risulterebbe qualcosa che non va o anche se fosse negativa come è gia avvenuta un mese fa c'è bisogno ei indagare ancora?
Scusi se sono fissato con il pancreas ma ho letto cose molto brutte a riguardo e i residui di cibo e le feci chiari più gli altri sintomi mi fanno pensare ad una disfunzione o ad un malfunzionamento pancreatico.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I residui di cibo visibili nelle feci indicano esclusivamente una masticazione frettolosa ed incompleta.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 571XXX

Gentilissimo Dottor Bacosi sono qui per aggiornarla e chiederle un suo nuovo parere. Dopo più di una settimana di terapia datami da un proctologo con digerent , fermenti lattici e esoprazolo. Non ho più per il momento episodi di diarrea anzi il mio alvo è diventato lievemente stitico. Anche la digestione noto che è notevolmente migliorata è non ho più quel senso di pesantezza a poche ore dai pasti e mi è ritornato l'appetito che avevo in precedenza. Le uniche cose che continuano per ora a tormentarmi sono la patina biancastra sulla lingua soprattutto di mattina appena sveglio e il notevole meteorismo intestinale con molte flautolenze nell'arco della giornata, prima notavo che avevo anche molte eruttazioni ma.ho notato che sono pressoché quasi scomparse. Come detto mi rimane questa aria intestinale che mi provoca borborigmi e flautolenze eccessive e questa patina bianca sulla lingua. Secondo lei potrebbe trattarsi di SIBO o di qualche strana alterazione della mia flora batterica intestinale? O devo cercare la causa altrove? Ho eseguito due ecografie addome a distanza di un mese e mezzo tutte e due negative risultato solo notevole meteorismo. Come detto emocromo nella norma e calcprotectina negativa. In che direzione dovrei virare per trovare la causa del mio meteorismo? Grazie