Utente 572XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 27 anni e nelle mie ultime analisi del sangue è stato riscontrato il valore ALT-GPT (alanina aminotransferasi) molto più alto dei valori di riferimento: 130 U/L (valori di riferimento: <40).
È un valore preoccupante?
Da cosa potrebbe dipendere?
Ho preso appuntamento dal mio medico di base, ma è disponibile solo fra due settimane.


Informazioni che posso essere utili: il mio indice di massa corporea (BMI) è di 25, 2 (quindi non particolarmente alto - ho perso più di 20kg negli ultimi 2 anni); la mia dieta è abbastanza equilibrata (sono seguita da una dietista); non ho il diabete (ma mia nonna sì: diabete mellito di tipo 2); non bevo alcolici.
Nè io nè i miei familiari abbiamo mai avuto patologie al fegato e non presento ittero nè febbre nè particolari dolori (al di là di dolori addominali abbastanza frequenti dovuti alla sindrome dell'intestino irritabile - IBS - che mi è stata diagnosticata a marzo di quest'anno).

Nell'ultima ecografia addominale, effettuata a marzo, il fegato è stato descritto così: "Fegato di dimensioni normali ad ecostruttura omogenea, senza lesioni focali".


Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto!

[#1]  
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
Per rispondere alla sua domanda bisogna avere alcune informazioni : perché ha fatto queste analisi ? aveva qualche sintomo? E' la prima volta che viene riscontrato questo valore? Le indagini precedenti a quanto tempo fa risalgono?
Prende qualche farmaco? Prima di fare questa indagine ha avuto febbre o ha fatto uso di qualche farmaco, tisane o altro prodotto di erboristeria? Quali sono le altre analisi che ha praticato? A marzo ha praticato altre indagini oltre l'ecografia epatica ? Le cause dell'aumento delle ALT sono svariate. Concludo facendole un'altra domanda : le AST sono normali?
Cordialità
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

[#2] dopo  
Utente 572XXX

Gentile dott. Tallarico,
la ringrazio moltissimo per avermi risposto! Cercherò di rispondere con ordine a tutte le sue domande.

* Queste analisi mi sono state prescritte come semplice controllo generale (insieme a diverse altre) da un'endocrinologa che vedo 1/2 volte all'anno, non avevo nessun sintomo (a questo proposito, non ho febbre da un paio d'anni). Questo particolare esame era la prima volta che mi veniva prescritto; l'unica altra occasione in cui è stato effettuato è stato a giugno 2016, quando avevo acquistato un pacchetto di analisi di controllo generiche. In quell'occasione i valori erano perfettamente nella norma: ALT-GPT = 22; AST-GOT = 14. Nell'ultima analisi purtroppo non sono state controllate le AST, ma solo le ALT.

* Le altre analisi che ho effettuato in occasione di quest'ultimo prelievo erano tutte a posto. Sono in particolare:
- Vitamina B12 = 388 ng/L
- Creatinina = 0,76 mg/dL
- Omocisteina = 8,8 mol/L
- Glucosio basale = 82 mg/dL
- Folati = 12 g/L (sto prendendo acido folico - una compressa di 400 microgrammi al giorno - a cicli di 3 mesi perchè le ultime volte i valori erano invece molto bassi).
- Vitamina D 25-OH = 40 g/L (prendo Dibase 25.000 U.I. una volta al mese perchè anche in questo caso le ultime volte i valori risultavano molto bassi).
L'esame delle urine che ho effettuato in concomitanza era tutto normale, tranne per la presenza di piccole tracce di emoglobina, che però sono state riscontrate da sempre in tutte le analisi che ho fatto negli anni.
* Altre analisi del sangue che ho effettuato in questi ultimi mesi:
- Ab Anti-transglutaminasi IgA e IgG = entrambe 0,5 UA/mL (fatto per escludere la celiachia)
- Emocromo completo: tutto nella norma
- Colesterolo totale = 151 mg/dL - Colesterolo HDL = 41 mg/dL (lievemente inferiore ai valori di riferimento) - Colesterolo LDL = 95 mg/dL
- Trigliceridi = 74
- Tireotropina riflessa (TSH-R) = 0,90 UI/mL
- Insulina = 8,3 U/mL / HOMA Index = 1,7
L'unico valore ad essere sempre fuori dai limiti è la V.E.S., che negli ultimi anni oscilla con valori dai 30 ai 50 mm/h (a febbraio 2019 era 30), per la quale ho fatto negli anni numerosi controlli ma che non hanno mai portato ad una risposta.

* In questi ultimi mesi mi hanno fatto effettuare anche una serie di altri esami/test per diagnosticare l'IBS ed escludere altre patologie, in particolare:
- Breath test al lattosio: = negativo
- Ho fatto anche diverse esami delle feci, tutte risultate negative. In particolare: coprocultura e coprocultura yersinia; Ag virali fecali (rotavirus e adenovirus); Antigene per H. pylori; esame parassitologico delle feci su tre campioni (ricerca elinti e protozoi); esame colturale; calprotectina fecale (26 g/g).
- L'ecografia addome completo di marzo che ho citato in precedenza risulta perfettamente nella norma anche per gli altri organi. Ne faccio una all'anno per monitorare una ciste ai reni, ed è sempre tutto regolare (solo nel 2015 e nel 2016 era stata riscontrata una lieve steatosi epatica, scomparsa però da quando ho iniziato a perdere peso e a mangiare meglio).
- Ecografia anse intestinali: "Lo studio del colon non mostra alterazioni significative. Lo studio delle anse ileali mostra modesta dilatazione di alcune anse centro addominali e ultima ansa ileale senza mostrare ispessimenti patologici della parete (max 2,2 mm). Non versamenti endoperitoneali. Il quadro ecografico non è significativo per sospetto Crohn."

* Per quanto riguarda i medicinali, oltre ai già citati Acido folico e Dibase, da dicembre/gennaio (momento in cui si può dire siano "esplosi" i miei problemi intestinali) ho preso una serie di farmaci e integratori, tutti però dietro indicazione medica.
In particolare, oltre a diversi integratori naturali (relaxcol, tubes colon target...), ho preso a lungo l'antibiotico NORMIX (rifaximina): 8 giorni a gennaio, 4 compresse al giorno + da marzo a luglio cicli di 6 compresse al giorno per 7 giorni al mese. A luglio mi hanno fatto interrompere il Normix e ho iniziato con il DUSPATAL (mebeverina), che ho preso 2 volte al giorno fino a fine settembre. Dall'interruzione del Duspatal sto prendendo solo integratori. All'occorrenza ho preso l'occasionale Imodium e Buscopan.
Oltre ai farmaci per l'IBS da aprile sto prendendo la pillola (Naomi), e durante il ciclo mestruale prendo 2/3 antidolorifici (solitamente FANS), principalmente il Synflex (naprossene sodico), a causa di dolori mestruali molto forti.
Tendenzialmente bevo ogni giorno una tisana alle erbe.

Spero di aver risposto a tutte le sue domande. La ringrazio ancora per la risposta.

[#3]  
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Gentile Utente,
Sotto controllo del curante sospenda tutti gli integratori e tisane varie. Sospenda per tre mesi anche Naomi che oltretutto fa abbassare anche l'ac. Folico e può essere, a volte responsabile dell'aumento delle transaminasi. Si rivolga al suo medico e pratichi un prelievo per un profilo epatico completo compreso i markers epatitici e poi ripeta le transaminasi tra un mese e tra tre mesi e dia notizie.
Cordialità e Saluti
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

[#4] dopo  
Utente 572XXX

Gentile dott. Tallarico,
la ringrazio nuovamente per la pronta risposta.

Proporrò sicuramente al mio medico curante gli esami che mi ha consigliato.

Ammetto di essere un po' preoccupata per il suggerimento di sospendere i vari farmaci/integratori, soprattutto la pillola. Ho iniziato a prenderla proprio perchè i crampi durante il ciclo erano diventati così forti da essere letteralmente invalidanti, al punto da costringermi in casa per almeno 2/3 giorni. Avendo appena iniziato a lavorare al momento non potrei proprio permettermi di assentarmi così spesso (con la pillola, potendo gestire i giorni di ciclo, ho fatto in modo di "posizionare" i giorni peggiori durante il weekend), per cui sono abbastanza combattuta. In ogni caso, vedrò di affrontare l'argomento con il mio medico.

Mi permetto di farle un'ultima domanda. Avevo intenzione di fare il vaccino anti-influenzale nei prossimi giorni: posso farlo tranquillamente anche con i valori alti delle transaminasi o al momento sarebbe meglio evitarlo? Immagino non ci sia alcuna correlazione tra le due cose, ma penso sia meglio chiedere per sicurezza.

Grazie ancora per la sua disponibilità.

[#5]  
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Gentile Utente,
La vaccinazione anti-influenzale è consigliata ed è indicata.
Cordialità
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

[#6] dopo  
Utente 572XXX

Gentile dott. Tallarico,

la ringrazio per l'ennesima volta, è stato davvero gentile.

[#7] dopo  
Utente 572XXX

Gentile dott. Tallarico,

la volevo aggiornare sulla situazione. Il mio medico di base mi ha prescritto le analisi del sangue complete in riferimento al fegato (come mi ha anche consigliato lei), e un'ecografia addome; le ho fatte entrambe nei giorni scorsi. La cosa positiva, ma che sinceramente mi lascia molto perplessa, è che tutti i valori sono letteralmente perfetti! Persino le transaminasi ALT, che esattamente due settimane prima erano 103 U/L, sono scese a 31! Il "problema" è che non ho fatto alcun tipo di cambiamento, e ho continuato a prendere i soliti farmaci (pillola + integratori), quindi mi chiedo, com'è possibile un cambiamento così repentino in meno di 15 giorni? A questo punto secondo lei posso continuare a prendere la pillola (e i vari integratori/tisane) visto che non sembrerebbe esserci una particolare correlazione?

Le riporto i valori delle analisi:
* ALT-GPT: 31 U/L
* AST-GOT: 13 U/L
* Fosfatasi alcalina: 68 U/L
* Gamma-GT: 17 U/L
* Bilirubina totale: 0,44 mg/dL
* Proteine totali: 7,6 g/dL
* Trigliceridi: 73 mg/dL
* Elettroforesi delle sieroproteine: tutti i valori perfettamente nella norma
* Ab Anti-epatite C: assenti
* Antigene HBsAg: assente
* Ab Anti-HBsAg: 23 UI/L (immune)
Anche l'ecografia addome completo è tutta nella norma. In particolare, del fegato si dice: "Fegato di dimensioni nella norma, ad ecostruttura omogenea, margini regolari e normale distribuzione della trama vascolare".

La ringrazio in anticipo!

[#8]  
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Gentile Utente,
Io le consiglio di ripetere le transaminasi ogni due-tre mesi, per due-tre volte e di assumere solo i medicinali che sono indispensabili.
Cordialità e Saluti
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

[#9] dopo  
Utente 572XXX

Gentile dott. Tallarico,
ho capito, la ringrazio molto! Terrò i valori sotto controllo.