Utente
Salve, la mia domanda è questa: il mese di luglio 2019 ho fatto la gastroscopia dove l'esito è stato Ernia jatale da scivolamento di >2cm con esofagite di grado A.
Il medico gastroenterologo che mi ha fatto la gastroscopia mi ha dato una cura per 3 mesi di inibitori di pompa pantoprazolo da 40mg e poi da 20mg sempre pantoprazolo, e per 20 giorni un antiacido il marrial.
Ho sospeso la cura il 5 di novembre.
Dopo nemmeno 10 giorni dalla sospensione della cura mi sono ricomparsi i bruciori alla bocca dello stomaco che si presentano a volte in forme lieve con erutazzioni a volte più intensi sempre nel momento della digestione.
Da premettere che continuo a fare una dieta al quanto restrittiva e ho perso 10 kg.
Chiedo a voi dottori di darmi dei consigli in merito, cosa non va nella diagnosi e nella cura, forse sarei candidato ad operazione del ernia iatale?
Grazie attendo fiducioso un vostro consulto...

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Un'esofagite erosiva come nel suo caso necessita almeno un anno di terapia con IPP. Poi si valuteranno le decisioni da prendere.

cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia/Endoscopia digestiva - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone, Reggio)
www.endoscopiadigestiv

[#2] dopo  
Utente
Ma una cura così lunga con gli inibitori di pp non ha nessun effetto collaterale? E nel proseguo della terapia dovrò fare una visita da un medico gastroenterologo per indicarmi le modalità della cura dosaggi o continuare con quella sospesa?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una cura con la dose minima per controllare i sintomi. Non ci sono complicanze che ci saranno invece se non continua il farmaco
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia/Endoscopia digestiva - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone, Reggio)
www.endoscopiadigestiv

[#4] dopo  
Utente
Buonasera la dose minima di 20mg?

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno lei quale mi consiglia?

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non ci sono particolari differenze fra i diversi farmaci
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia/Endoscopia digestiva - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone, Reggio)
www.endoscopiadigestiv

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno, quale dosaggio da 20 mg o inferiore?

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
20 mg
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia/Endoscopia digestiva - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone, Reggio)
www.endoscopiadigestiv

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una cura con la dose minima per controllare i sintomi. Non ci sono complicanze che ci saranno invece se non continua il farmaco
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia/Endoscopia digestiva - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone, Reggio)
www.endoscopiadigestiv