Utente 576XXX
Buonasera, avrei bisogno di un parere su quale tipologia di esame da effettuare per fare la prevenzione per il tumore all'intestino.
Ho familiarità per etp al colon (padre e zio).
Effettuo regolarmente ricerca del sangue occulto nelle feci, sempre negativa.
Ho provato ad effettuare circa 20 anni fa una colonscopia, ma è stata effettuata solamente una rettosigmoidoscopia per impossibilità ad avanzare della sonda.
Ho effettuato un esame con pasto baritato che ha riscontrato ptosi del trasverso e dolico sigma.
Soffro da molti anni di coliche addominali, ho avuto un'infezione ovarica sx e un parto cesareo con residue aderenze.
Secondo il consulto del gastroenterologo che mi segue, dovrei effettuare una colonscopia in narcosi con eventuale colon tac virtuale in caso di impossibilità a raggiungere il fondo cecale.
Desidero ricevere informazioni riguardo alla colonscopia robotica come esame alternativo.
Potrebbe essere tale metodica più indicata per il mio quadro clinico (intestino ptosico e aderenze) ?
So che viene eseguita nell'Azienda ospedaliera di Pisa.

Grazie, cordiali saluti.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
In effetti , quando vi sono delle aderenze , come nel suo caso, la colonscopia può risultare più difficile , ma soprattutto dolorosa. quindi è opportuno eseguirla con una sedazione profonda. La colonscopia robotica è un' ottima alternativa. La cosiddetta colonscopia virtuale, eseguita con la TAC, ha il difetto che - se per caso si trovano dei polipini - non c' è possibilità di eliminarli.
Prof. alberto tittobello