Utente 515XXX
Salve, sono un ragazzo di 37 anni, pratico palestra e tennis.

Da gennaio scorso, dopo un principio di bronchite curato con andibiotico, avverto dei fastidi lato destro dell'addome che si irradia o verso il petto, zona lombare dx, zona dietro la spalla dx e anche verso l'avambraccio.

Le feci risultano molto morbide con tracce di verdure e cereali quando li consumo.

Ho fatto esami del sangue, calcoproteina fecale, rx torace, ecografia addome superiore il tutto tra aprile e giugno e non è emerso niente.

A giugno ho fatto una visita gastroenterologia con diagnosi di intestino irritabile, mi sono stati prescritti: antibiotico non assorbibile, probiotici e un farmaco per distendere la tensione intestinale.

Dopo il tutto i sintomi non mi sono passati, ogni tanto avverto del fastidio muscolare tipo bruciore zona lombare dx.

Premetto che la notte o durante i miei allenamenti non sento fastidi.

Settimana scorsa sono stato da un altro gastroenterologo che non mi ha neanche visitato"era in ritardo con le visite e andava di fretta" ho raccontato i miei fastidi e mi dice che potrebbe essere un transito intestinale veloce... Mi ha prescritto delle bustine di colestiramina.


Ho rifatto ecografia addome completo a dicembre ed è risultato tutto a posto.


Dopo 10 mesi non so più cosa fare e a chi rivolgermi.

Mi potreste consigliare qualcosa?

Grazie infinite.

[#1]  
Dr. Giovanni Migliorini

20% attività
16% attualità
4% socialità
CITTADELLA (PD)
SAN MARTINO DI LUPARI (PD)
CAMPO SAN MARTINO (PD)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Buongiorno,
credo che per chiarire il suo quadro sia indispensabile una colonscopia, un esame parassitologoco e colturale delle feci, ecografia renale ed esame urine.
I suoi disturbi sono piuttosto aspecifici, però prima di pensare a dismicrobismi o patologie funzionali, escluderei le malattie infiammatorie croniche intestinali, non infrequenti alla sua età, nonché le infezioni intestinali.
Farei anche un'ecografia renale (se non compresa nell'eco addome) ed n esame urine per escludere una calcolosi renale, che si presenta con disturbi simili a quelli da lei descritti.
Di solito tutte le irrirazioni dell'intestino rispondono bene ad una dieta a basso contenuto di scorie, quindi poca frutta e poca verdura, associata ad un abbondante introito liquido e, in caso di difficoltà ad andare di corpo, all'assunzione di oli misti.
Utile anche il dosaggio di Asca e Anca.

Cordiali saluti,
Dr. Giovanni Migliorini

[#2] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio per la tempestiva risposta, nell 'eco addome era compresa anche eco ai reni ed è tutto nella norma. Aggiungo che questi fastidi sono legati ad addome gonfio e flatulenza, defecazione giornaliera con feci quasi sempre morbide e maleodoranti. premetto che ci sono delle settimane che i sintomi spariscono per poi ricomparire e durare per settimane.

[#3]  
Dr. Giovanni Migliorini

20% attività
16% attualità
4% socialità
CITTADELLA (PD)
SAN MARTINO DI LUPARI (PD)
CAMPO SAN MARTINO (PD)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Ok, in questo caso lascerei stare eco renale ed esame urine e procederei con gli altri accertamenti e, nel frattempo, con la dieta che le ho spiegato.

Cordiali saluti,
Dr. Giovanni Migliorini