Utente 582XXX
Gentilissimi dottori,

vi prego di darmi un parere, sono molto agitata per mio marito, 42 anni.
Durante il periodo natalizio, sporadicamente, gli è capitato di mangiare il panettone a colazione e subito dopo di percepire la sensazione che lo stesso fosse rimasto al centro dell'esofago, accompagnato da un dolore al petto.
Un bicchiere di acqua e tutto sembrava passato.

Qualche giorno fa per lavoro è stato all'estero e ha mangiato molta carne e cibi molto grassi e mi ha riferito, anche lì, di aver avuto la stessa sensazione, passata sempre con l'acqua.

L'altro ieri è tornato a casa e ora questa sensazione è sempre presente durante i pasti: dolore al centro, sensazione che il cibo sia come fermo nell'esofago.
Ieri ha addirittura smesso di pranzare (ma ieri sera ha cenato regolarmente).

Lui ha da sempre sofferto di reflusso, gastrite, colon irritabile (ma non gli hanno mai prescritto la gastroscopia).

Nel mese di novembre ha eseguito (per altre problematiche) eco addome (tutto ok, solo fegato leggermente grasso), esami del sangue, compreso fosfatasi alcalica e beta 2 microglobulina (tutte nella norma - non so se possono essere utili a qualcosa).


Ieri abbiamo sentito velocemente il medico che ha prescritto esomeprazolo 20mg e digerent almeno per una settimana.

Io, navigando su internet e anche qui nel vostro sito...ho letto cose sconcertanti come il tumore all'esofago, che riporta gli stessi sintomi.


Sono preoccupatissima, cosa dobbiamo fare?

Può essere una esofagite (avendo mangiato schifezze grassissime in viaggio) o potrebbe essere qualcosa di più grave?

Grazie per il vostro aiuto

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente esofagite.
Una gastroscopia è, comunque, indicata.
Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 582XXX

Grazie mille Dottore per la sua risposta immediata.

Procederemo, in accordo con il medico di base, con una gastroscopia.

[#3] dopo  
Utente 582XXX

Dottore, una curiosità: L'esofagite da cosa è causata?

Il suo mangiar grasso, pesante (è stato nel cuore della Germania dove di certo non si mangia merluzzo), oltre a tutto il periodo natalizio e post natalizio, può causare una infiammazione dell'esofago?

Le cause, principalmente, quali possono essere?
Può passare con i medicinali dati dal medico, o rimane tutta la vita?

Perdoni le domande stupide.

Un cordiale saluto,

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'esofagite è una infiammazione dovuta al reflusso gastroesofageo.
Una dieta grassa peggiora molto la situazione ma non è la causa.
La terapia è leggera e breve se si tratta veramente di esofagite.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente 582XXX

Grazie mille ancora, Dottore.

[#6] dopo  
Utente 582XXX

Gentilissimi Dottori,

sono ancora qui a chiedervi un consulto. Il mio compagno, come prescritto dal medico, sta continuando la cura di esomeprazolo 20mg (2 al risveglio, prima della colazione) e ESOX ONE dopo i pasti.
Già dopo le prime pastiglie prese 10 giorni fa, non ha avuto più alcun problema. Gli capita solo ogni tanto di sentire un doloretto all'esofago (se dimentica di prendere esox, dopo il pasto), ma una volta preso esox, va via subito.
Tuttavia, qualche giorno fa, mia suocera (61 anni) ci ha comunicato di avere avuto dei suoi risultati di analisi Anti Mucosa Gastrica 1/640, e tempestivamente ce lo ha comunicato.
Lo abbiamo comunicato al nostro medico che ci ha detto di stare tranquilli, che farà fare più in là anche lui le analisi anti mucosa gastrica, ma che prima vuole vedere il risultato della cura che gli sta facendo fare, senza allarmismi.
Il mio compagno non ha mai sofferto di ferro basso, le sue analisi del sangue di routine che facciamo (sia di marzo 2019, settembre 2019 e novembre 2019 sono tutte nella norma - tranne alcuni valori legati ad altre problematiche).
Quanto è probabile che abbia lo stesso problema della madre? Grazie