Utente 584XXX
Gentili Dottori,
vi racconto velocemente le mie problematiche:
da vari anni soffrivo di molta aria nell'intestino, senza mai prendere sul serio la patologia.

Ultimamente avevo qualche nausea, e pur allenandomi in palestra ed alimentandomi non riuscivo a prendere peso, anni fa pesavo 74kg, ma ormai ero sceso e mi ero fermato ai 70kg da molto tempo.
il 15 novembre pesavo 70kg alla visita dal nutrizionista.
Pochi giorni dopo ho avuto una prostatite (sono un cicloamatore) curata dal medico di base con clavulin 6 giorni, ecco, dopo questa cura, sono iniziati i miei problemi con l'intestino, nell'arco di circa un mese ho iniziato a perdere peso (sono arrivato a 63kg in 3 mesi), a fare feci molto chiare (a seguito anche del cambio di alimentazione) e spesso con cibo non digerito, ho a volte nausee e leggere vertigini.
Ho riscontrato gli occhi asciutti (davo la colpa all'aria condizionata), leggere stomatiti sulle labbra (quelle le ho da tutta la vita anche se negli ultimi 10 anni non ne avevo mai avute), e aggiungo anche che ho cambiamenti di umore, ma potrebbero dipendere dallo stress e dalla tensione data dal mio malessere.
Mi sono rivolto ad un gastroenterologo ed ad una nutrizionista.
Il dottore mi ha fatto la colonscopia con seguente diagnosi: congestione emorroidaria, lieve proctite in attesa di definizione istologica, dolicosigma.
Nella descrizione dell'esame c'è scritto: Esame condotto fino all'ileo distale, buona la toilette, canale anale con presenza di modesta congestione emorroidaria, retto inferiore rivestito da mucosa modicamente iperemica, sigma particolarmente tortuoso, rivestito da mucosa regolare, colon rivestito da mucosa rosea, liscia ed integra con normale disegno australe e regolare rappresentazione della trama vascolare sottomucosa.
Nella norma la regione ciecale.
L'ileo distale, percorso per circa 10cm, appare rivestito da mucosa regolare.
si eseguono biopsie multiple a livello del sigma (flac1) e del retto (flac2).
La nutrizionista mi ha prescritto una dieta molto restrittiva per la colite.
Dato che ero molto rimbambito dopo l'esame, non ho capito bene cosa mi abbia detto il Dottore, a parte che ha esordito col fatto che c'erano buone notizie (si temeva per qualcosa di molto grave) e che le biopsie le aveva prescritte per eccesso di zelo.
Fatto sta, che leggendo le conclusioni a me è venuto il terrore di avere il morbo di crohn.
E siccome dovrò aspettare ben 22 giorni per avere i risultati istologici, vorrei sapere, in base alle Vs.
esperienze, cosa ne pensate.
Avete mai visto un dimagrimento così importante in una persona già magra, senza che vi fossero patologie gravi?
Grazie per la pazienza e per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Morbo di Crohn?
Quante volte va in bagno nelle 24 ore?
Evacua durante la notte?
Come sono emocromo e VES?
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 584XXX

Buonasera Dott. Bacosi
Nelle 24 ore dopo la colonscopia sono andato solo 1 volta, prima ero stitico mentre ora le feci sono molto morbide ma non liquide, (sto bevendo molto e mangiando molte fibre).
Durante la notte non evacuo.
L'altro giorno stavo molto male con nausea e giramenti di testa, sono stato al pronto soccorso e mi hanno fatto emocromo e proteina c reattiva tra le varie analisi (che andavano tutte bene) ma non la VES. hanno riscontrato coprostasi dalla lastra. Domani ho appuntamento col medico di base per fargli visionare i referti e volevo chiedere di fare la calprotecnina nelle feci e scatolo ed indicano nelle urine... avendo io l'acido urico alto vorrei anche ricontrollare le analisi del sangue. che ne pensa?
Saluti Cordiali