Utente 280XXX
Buongiorno dottori,
Sono Valentina, ho 33 anni e il 20 Novembre 2019 ho iniziato ad avere dolore al torace, tachicardia mentre ero a cena con amici.

Ho aspettato un'ora ma non diminuendo il dolore e tremando tantissimo senza freddo, sono andata in pronto soccorso, dove dopo aver escluso problemi cardiaci mi hanno detto che poteva trattarsi di reflusso gastroesofageo (avuto anche nel 2016 ma con sintomi ben diversi!)
Mi hanno dato Lanzoprazolo 30mg al mattino e antiacidi (ne ho cambiati vari) dopo i pasti.

Il bruciore di stomaco e dolore toracico è durato per qualche gg, passava quando mangiavo qualcosa di secco e poi però è cambiato il decorso.

A volte sento bruciore allo stomaco (meno spesso) ma mi brucia sempre la gola mattina, pomeriggio sera.

Da Ottobre ho eliminato quasi totalmente il caffè (me ne concedo uno a settimana) totalmente gli alcolici (bevevo solo vino in occasioni speciali ma da Novembre zero neanche a Natale, Capodanno etc) ed i dolci ogni tanto li mangio cioccolata quando ho il ciclo
Niente the, ne spezie (che adoro), cibi piccanti, pomodoro, niente sughi pronti...niente di niente.

Il medico di base dice che la gola è leggermente rossa ma io la sento in fiamme...mi ha fatto sospendere lanzoprazolo perché dice che in 3 mesi i sintomi dovevano sparire e mi ha prescritto una gastroscopia (che avevo fatto nel 2017 dove il referto diceva cardias in sede ma incontinente, GERD con reflusso biliare) dopo la quale con lanzoprazolo e faringel era passato tutto.

Adesso però non mi va via... essendo io molto ansiosa e fifona, ho paura che potrebbe trattarsi di qualcosa di grave tipo un tumore all'esofago o allo stomaco.

Premetto che non ho perso peso, l'appetito sembra normale ed essendo un po' stitica quando per due gg non vado di corpo uso il melilax perché se no il bruciore aumenta.

Sono molto preoccupata.

In 3 anni il reflusso potrebbe aver creato danni gravi?
Prima del 20 Novembre non avevo sintomi e quindi mangiavo di tutto spezie, 2 caffè al gg, dolci etc...
Potrei aver sviluppato un tumore?

Vi prego rispondetemi.

La gastroscopia é fissata per il 27 Febbraio ed ho tanta paura.

Grazie a chiunque mi aiuterà.

Valentina.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Cerco di tranquillizzarla subito. Lei non ha nessun tumore. Il fatto è che, mentre per provocare il dolore all' esofago il reflusso deve essere di una certa entità, per irritare la delicata mucosa della gola bastano poche gocce e non sempre gli IPP sono sufficienti, se non a dose maggiore. Inoltre, il suo reflusso non è solo acido, è misto con bile : ecco perchè il Lansoprazolo non è sufficiente. Se non l' ha già fatto, aggiunga quel prodotto a base di alginato . D' accordo sull ' evitare la cioccolata e limitare i caffè, ma per quanto riguarda le spezie, posso dirle che il peperoncino piccante migliora la digestione, non peggiora il reflusso ( anni fa avevo pubblicato io stesso su una rivista scientifica un lavoro che lo dimostrava)..
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente 280XXX

Buongiorno dottore,

Ho fatto la gastroscopia e il referto mi spaventa.
"Il viscere non presenta lesioni e la mucosa é rosea tranne in regione distale ove si segnala una discreta iperemia della mucosa.
Il cardias è in sede e parzialmente incontinente. La linea Z è posizionata al GEJ, il suo aspetto risulta lievemente irregolare come da RGE.
Si esegue colorazione con ac Acetico debole e biopsie mirate per escludere metaplasia intestinale.
Stomaco di forma regolare, con pareti ben disdensibili e pliche gastriche spianabili.
La mucosa gastrica presenta lievi ma diffuse note di flogosi a carattere cronico ma non si osservano lesioni significative.
Piloro beante.
Bulbo duodenale indenne, II porzione regolare.
Villi macroscopicamente normali.

Il dottore mi ha detto che se confermata la metaplasia intestinale, dovró fare controlli ogni 3 anni almeno perché si tratta di lesioni pre-cancerose.
Io sono molto ipocondriaca.. la maggior parte della mia famiglia ha avuto un cancro.. mia mamma é morta a 34 anni per un K al seno io stessa ho fatto mastectomia preventiva in quanto Brca2 positiva.
Mio padre alla prostata, mio nonno leucemia, e l'altro nonno tumore ai polmoni, la sorella di mia mamma ha avuto due K al seno ma ce l ha fatta per fortuna.
Avevo fatto gastroscopia 3 anni fa e si segnalava solo reflusso biliare e basta.
Come é possibile che a distanza di 3 anni sia cambiato tutto cosi?
Io ho fatto la terapia nel 2017 e poi mi era passato tutto fino a Novembre 2019 quanso ho avuto dolore toracico e tachicardia e poi ho scoperto essere reflusso... da li bruciore di stomaco e subito Lansoprazolo 30 per 2 mesi...
Se fosse metaplasia in quanto si potrebbe sviluppare un cancro? Mi ha detto il medico che in questo caso rischio quello al cardias... é vero?
Ringrazio chiunque mi risponderá.
Grazie.