Utente 585XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 21 anni, svolgo una vita per niente sedentaria, frequento l'università, faccio sport 3 volte alla settimana, non fumo né bevo, mangio secondo una dieta equilibrata prescritta da una nutrizionista.
Tuttavia mi ritrovo ad avere frequenti episodi di "diarrea" mattutina.
Inserisco diarrea tra virgolette in quanto le feci che espello non sono MAI senza forma, anzi sono quasi sempre con bordi ben delineati.
Tuttavia la loro espulsione viene preceduta da dolore e flatulenze e successivamente alla loro espulsione mi ritrovo, scusate per la descrizione, con l'ano molto sporco e dolorante.
Questo comporta che ad ogni passo che compio mi ritrovi con un bruciore anale fortissimo, che spesso cerco di placare con una crema lenitiva.
Sono già stato da un gastroenterologo e non assumo nessun tipo di latticino (in quanto intollerante), faccio una colazione solida, assumo poche fibre, nessun alimento contenente fodmap e non sono intollerante al glutine.
Soffro d'ansia e sono certo che tutto questo malessere sia anche riconducibile anche a questo, tuttavia mi capita spesso in mattine in cui sono assolutamente rilassato.
Aggiungo che tali episodi si presentano più frequentemente quando mi alzo presto e mangio quasi subito essermi alzato, uscendo anche di casa immediatamente dopo, subendo probabilmente anche un forte sbalzo termico.
Vorrei solo capire come comportarmi in quanto i pazienti che soffrono di colon irritabile presentano spesso diarrea, e non è il mio caso.
Grazie in anticipo

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Quella situazione che - per brevità - chiamiamo intestino irritabile si può manifestare con sintomi molto diversi da soggetto a soggetto e può coinvolgere anche lo stomaco. Può dare diarrea o stitichezza ,dolore o no. Mi sembra che lei non abbia disturbi gravi : un po' di dolore prima dell' evacuazione che - a quanto pare- regredisce dopo. Il bruciore anale andrebbe controllato da uno specialista proctologo, più che da un gastroenterologo.
Prof. alberto tittobello