Utente 354XXX
Salve Dottori, Vi scrivo in quanto ho effettuato una EGDB 4 anni fa e la risposta che mi è stata consegnata riporta questo:
L'esame endoscopico contente di visualizzare un esofago regolare per lume e caratteristiche della mucosa.
Giunzione squamo-colonnare posta a 40 cm dalla rima labiale, coincidente con lo iato diaframmatico.
Cardias regolare.

La camera gastrica è ben distensibile all'insufflazione gassosa e di volume regolare.

La mucosa appare regolare sul mentre è iperemica sul corpo (biopsie) ed in regione antrale (biopsie).

Piloro pervio e dotato di regolare attività sfinteriale.

Bulbo duodenale e duodeno discendente nella norma.

Conclusioni: gastropatia del corpo e dell'antro; H.
pylori assente

Si allega referto istologico:
Esame istologico:
Materiale pervenuto:
1) Biopsie dell'antro gastrico
2) Biopsie del corpo gastrico

Dati clinici: Epigastralgia; mucosa iperemica

Descrizione macroscopica:
1) Due frammenti tissutali
2) Due frammenti tissutali

Descrizione microscopica/Diagnosi:
1, 2) Frammenti di mucosa gastrica iperemica con note di fibrosi del chorion
Ricerca HLO negativa

Il tutto era cominciato dopo l'esame di maturità e che mi aveva portato ad avere la seguente sintomatologia: bruciore retrosternale e sensazione di oppressione al petto.

Negli anni, la situazione non si è più ripresentata così intensa, se non in occasione delle sessioni d'esame e in occasione della laurea.
Il tutto però l'ho sempre affrontato per un paio di settimane con il pantoprazolo e poi sospendevo perchè la sintomatologia non compariva più.


Ora, avrei bisogno di un consiglio: da un mese esatto, poco prima di un esame, ho cominciato ad avere la stessa sintomatologia descritta 4 anni fa in seguito alla Maturità, ovvero bruciore restrosternale, sensazione di peso al torace ed una respirazione un pochino più affannosa (non mi crea grossi disturbi nell'allenamento, però quando non mi alleno è molto fastidiosa) e leggero bruciore in gola.

Da quando sono comparsi i sintomi, in accordo con il medico di base, ho ricominciato la cura con pantoprazolo 20 mg ma nessun beneficio, anzi, tutto uguale ad un mese fa.

Gli esami sono anche terminati ma non capisco, di solito quando avevo questi periodi prendevo al bisogno il farmaco e poi mi passava, senza grossi problemi.

Ultimamente si è unito ai sintomi già citati una nuovo, ossia la sensazione di strozzamento in gola, come se qualcuno mi stesse strozzando.

Potrebbe esserci qualcosa di più grave secondo voi?
Io ho il timore possa esserci un Barrett o qualcosa che mi porterà a sviluppare un tumore esofageo.

Cosa mi consigliate di fare?
Effettuare un'altra gastroscopia?

Secondo voi è plausibile che ci sia qualcosa di grave?


Vi ringrazio tutti, perdonatemi il disturbo.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Barrett ? Tumore ? Alla sua età ?

Perché pensare sempre alle possibilità più gravi e non ad una forma ansiogena ?

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 354XXX

Buongiorno Dottore, La ringrazio per la risposta.
Vorrei chiederle, come mi consiglia di muovermi? Non capisco, per esempio, perché a volte durante la settimana, pur mangiando leggero mi brucia dietro lo sterno ecc, peró, tipo ieri sera, sono stato a cena con amici ed ho mangiato anche cose pesanti da digerire ma non ho avuto gli stessi sintomi dei giorni scorsi.
Lei sa dirmi perché?
La ringrazio molto.
Buona domenica

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Evidentemente a cena con gli amici era tranquillo....
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 354XXX

Ok, ma detto questo, cosa mi consiglia di fare?
Cioè, per gli stati di inquietudine ci sto già lavorando, peró tutta la sintomatologia che le ho descritto, potrebbe essere riconducibile reflusso?

[#5] dopo  
Utente 354XXX

Ok, ma detto questo, cosa mi consiglia di fare?
Cioè, per gli stati di inquietudine ci sto già lavorando, peró tutta la sintomatologia che le ho descritto, potrebbe essere riconducibile reflusso?

[#6] dopo  
Utente 354XXX

Buongiorno Dottore, da un paio di giorni è scomparso il dolore toracico ed è solo presente una contrazione a livello della base del collo (appena sotto il pomo d’Adamo) che anche al tatto risulta dolente.
Cosa posso fare?
La ringrazio

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo si tratti di un problema ansiogeno
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 354XXX

Buonasera Dott. Cosentino, avevo deciso di andare a farmi visitare, sentito il mio medico di base, ma hanno sospeso purtroppo tutte le visite specialistiche.
Assumo da ormai 8 settimane un cps da 20 mg di pantoprazolo ed ho ancora qualche sintomo da reflusso.
È sparito il bruciore retrosternale ma rimane una sensazione leggera di acido in gola...
Soprattutto dopo colazione, mi aiuta bere molta acqua facendola quasi sparire.
Non capisco perché dopo due mesi vi sia ancora questa sensazione, nonostante prenda il farmaco.
Solitamente, dopo 1/2 settimane di assunzione del farmaco nei periodi di tensione come quelli da sessione di esami i sintomi si placavano in passato, questa volta no.

Sa darmi qualche sua impressione?
La ringrazio molto