Utente
Buonasera;
Sono una paziente di RCU da molti anni; ho avuto tuttavia la diagnosi circa 6 anni fa, ad ottobre dovrei eseguire la mia 3 colonscopia e da circa due anni a questa parte sono in cura con Salazopyrin EN da 500mg 6 x die (dopo aver cambiato circa 3 terapie).

Dalle 11 di questa mattina ho iniziato ad avere un episodio di colite molto forte (ormai, dopo tanti anni, so riconoscerli), accompagnato però da feci molli ma non liquide, neanche nel climax dell’episodio (parlo di climax perché solitamente i miei attacchi di colite seguono una curva: una prima fase dove il dolore è quasi sopportabile e le feci sono normali, una fase di fortissimo dolore e spasmi accompagnati da feci liquide e una fase dove espello praticamente acqua, associata ad un dolore come quello iniziale).
Ecco, oggi ho avuto solo le prime due di queste fasi, accompagnate da vampate di calore e freddo (pur non avendo febbre) e spasmi continui.
Spasmi così forti che anche nel momento in cui non dovevo espellere più niente, sono continuati, accompagnati da fortissima nausea e sensazione di svenimento.
Nella fase iniziale ho preso una compressa di Obispax senza alcun risultato e ho ovviamente digiunato; ho anche smesso di bere acqua.
Al momento sono 2 ore che non corro al bagno ma non escludo di poterci tornare.

La mia domanda è: essendo attualmente a Venezia come studentessa fuorisede e vivendo completamente sola, come posso agire?
Non voglio ovviamente essere di intralcio a guardia medica o ai reparti, già oberati di lavoro.
Il mio medico di famiglia è al Sud... insomma, non so come muovermi.
Ho pensato di chiedere indicazioni a voi.

Spero possiate aiutarmi.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Una eventuale riacutizzazione della colite dovrebbe essere caratterizzata da perdita di tracce di sangue. Se non vede sangue, non deve preoccuparsi più di tanto. Ovviamente, bisogna calmare i dolori, con qualche prodotto antispastico. Mi sappia dire.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,
non posso affermare con certezza che non vi siano state perdite ematiche poiché, dopo le prime evacuazioni ho iniziato ad essere estremamente debole e, devo essere sincera, non ho pensato a fare attenzione a questo dettaglio, anche perché provavo una fortissima nausea; ad un certo punto ho direttamente iniziato ad usare il bidet perché provavo dolore ad usare la carta, quindi non posso dirle con certezza. Questa mattina ho trovato de sangue sulla biancheria e non è mestruale, ma non sono sicura al 100%.
Ho notato invece che ho moltissima aria a livello dello stomaco, anche questa mattina. Sono molto debole e ancora fortemente nauseata. È sicuro che io debba limitarmi star tranquilla e non far nulla in merito?
Quanto agli antispastici... come le ho detto, ho preso una compressa di Obispax ma senza nessun esito.
Alimentazione: ho ricominciato a bere acqua e ho fatto colazione con un té al limone e 3 biscotti secchi; ieri 2 pacchetti di crackers di riso.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
E' importante che controlli bene se vi sono tracce di sangue o no. Per l' aria, provi a masticare. dopo i due pasti, due compresse insieme di simeticone da 120 mg, è innocuo. Forse, eliminando l' aria, si sentirà meglio.
Prof. alberto tittobello