Utente
Salve a tutti, sono una ragazza di 19 anni che 5 settimane fa è stata operata di appendicite in peritonite con conseguente infezione all'intestino vista durante l'operazione, per evitare di tagliare quella parte d'intestino sono riusciti a ripulire il tutto.
Da quando mi hanno dimesso però ho costanti dolori all'addome, diarrea liquida gialla con enormi quantità di muco.
Finita in pronto soccorso 4 volte e mi hanno fatto esami del sangue di tutti i tipi, un'ecografia completa e due radiografie all'addome e non ho nulla.
Mi si sono stata prescritti normix 6 capsule al giorno, codex e un'alimentazione in bianco.
Inutile dire che è stato tutto vano e anzi i sintomi erano peggiorati, quindi sono andata dal mio medico di base che mi ha prescritto debridat, imodium, codex e spasmomen somatico e anche con questa cura niente da fare.
Non so cos'ho e non vivo più bene, soprattutto in questi giorni di quarantena non è possibile fare una colonscopia, secondo voi cosa può essere?

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
I effetti, una diagnosi precisa può essere fatta solo con una colonscopia, anche per andare a vedere l' ultimo tratto dell 'intestino ileo, là dove è stata operata. La prenoti, appena possibile la farà. Nel frattempo può chiedere al suo medico se non è il caso di iniziare una cura con un prodotto antinfiammatorio per l' intestino, come la mesalazina
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la risposta. Inoltre volevo dirle che sono intollerante al lattosio e mi sono accorta che molti dei medicinali che prendo contengono lattosio al che ho sospeso il codex ed ho iniziato I probiotici yovis senza lattosio e senza glutine. Domani ho la visita col gastroenterologo ma nel frattempo vorrei qualcosa che calmasse I dolori perché sento di svenire, lo spasmomen e il valpinax non mi hanno fatto alcun effetto. Secondo lei può trattarsi di morbo di chron? Premettendo che ho sempre sofferto di sindrome del colon irritabile, è possibile che sia mutato in chron e che nessun farmaco seppur momentaneo mi dia sollievo? Inoltre dall'istologia dell'appendice il chirurgo non ha riscontrato anomalie

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Nel momento in cui le rispondo sarà già stata dal gastroenterologo. Mi dica che cosa le ha detto.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Salve visto che il mio medico di base ha sbagliato la ricetta non scrivendo "urgente" ma "programmabile" il gastroenterologo mi ha soltanto controllato le analisi specifiche fatte il giorno prima in ospedale e non sospetta morbo di chron. Mi ha sospeso tutti i medicinali e mi ha prescritto colonir 1 volta al giorno mezz'ora prima di pranzo per 15 giorni. Lo yovis e un'alimentazione corretta mi hanno dato sollievo con i dolori e le feci hanno ripreso il loro colorito anche se stamattina ho mangiato biscotti contenenti lattosio ed ho di nuovo feci molli ma almeno ora so il perché. Inoltre mi ha prescritto gli esami delle feci che ho consegnato ieri in laboratorio,mi ha detto che comunque questa infiammazione non è dovuta all'operazione avuta. Quindi mercoledì ho di nuovo appuntamento col gastroenterologo al quale porterò le analisi delle feci e le analisi del sangue di settimana scorsa. Sto trovando benefici con alimentazione in bianco e colonir, secondo lei può trattarsi solo di un colon irritabile (cosa della quale già soffro) e che si sia infiammato molto in seguito agli antibiotici e che ci sia stata una reazione infiammatoria ritardataria?

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non avevo dubbi che lei non avesse il morbo di Crohn, ma è sempre meglio avere la certezza. Ora l' abbiamo, quindi non ne parliamo più. Certamente, lei ha disturbi da colon irritabile, che spesso possono essere molto fastidiosi, quindi vanno curati, esattamente come fa lei, trovando l ' alimentazione corretta ( senza esagerare nelle limitazioni !!) e con quei prodotti cosiddetti " sintomatici " , idonei ad alleviare i disturbi. Non deve pensare ad altro.
Prof. alberto tittobello

[#6] dopo  
Utente
Salve dottore le riscrivo nuovamente per alcuni dubbi. Dopo una visita gastroenterologica nella quale mi è stata fatta un'accurata ecografia addominale all'inizio il gastroenterologo da un'analisi del sangue e dal fatto che l'infiammazione del colon ha causato l'appendicite sospettava anche lui il morbo di chron, alche mi ha chiesto l'istiologia dell'appendicite che non ho ma mi disse il chirurgo che non c'era nulla (ora non so se questo nulla si riferisse ad un tumore o ad un'infiammazione) quindi mi ha chiesto il risultato delle analisi delle feci ma l'infermiere le quali ha le mie analisi ha detto che non c'è nulla (e anche qui non capisco che nulla sia riferito ad un tumore che ovviamente alla mia età è improbabile o ad un'infiammazione) poi dopo queste mie affermazioni ha detto che non è un chron ma che crede sia stata una complicazione post operatoria cosa che l'altro gastroenterologo e il chirurgo escludevano. Come terapia mi ha dato pentacol 1200 2 compresse al giorno per 15 giorni durante il pasto, nonostante qudsta terapia ho ancora qualche disturbo (come feci non del tutto formate) e non so se sia il colon irritato unito ad un'infezione intima che ho al momento e non so cosa sia, o altro. Lei è d'accordo con il gastroenterologo? Crede sia stata una complicazione post operatoria?

[#7]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Lasci stare il tumore, che non c' entra. Sono perfettamente con quello che le ha detto il gastroenterologo.
Prof. alberto tittobello