Utente 105XXX
Salve!
Soffro da diverso tempo di disturbi gastrici, anche se di grado lieve. Il mio medico di base mi ha prescritto una gastroscopia, da effettuare in sedazione.
Ho chiesto come sarebbe avvenuto l'esame, ma lui si è limitato a rassicurarmi dicendo che "sarà una passeggiata".
La gastroscopia mi è stata fissata per la fine di maggio e sono stata avvertita di presentarmi in ospedale una settimana prima per fare gli esami del sangue e l'elettrocardiogramma, in vista dell'anestesia.
Visto che nessuno mi ha spiegato nel dettaglio come si svolge l'esame "in sedazione", chiedo cortesemente delucidazioni in merito:
mi addormenterò davvero? quanto durerà l'anestesia? sarà fastidioso? e una volta finito, come mi sentirò?
Mi scuso per le domande forse ridicole, ma è la prima volta che affronto un tipo di esame come questo è sono un po' preoccupata e... un po' curiosa.
Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Abitualmente si esegue un' iniezione endovena di un' associazione di farmaci che provocano un temporaneo 'disorientamento' di alcuni minuti, in modo da poter eseguire l' esame che indubbiamente è un poco fastidioso, in maniera indolore. L' effetto della sedazione svanisce progressivamente fino a scomparire entro qualche ora.
Esiste la possibilita' di eseguire altri tipi di sedazione oppure di eseguire a volte l' esame per via transnasale, tuttavia per indicazioni specifiche si deve rivolgere al servizio dove eseguirà l' esame. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it