Utente
Buongiorno Gent.
mi Dottori,
richiedo questo consulto perchè ho un problema che mi assilla da mesi.
Soffro frequentemente di attacchi di diarrea.

Il tutto è iniziato gradualmente da circa un anno ma il problema risulta molto "invadente" da circa 6 mesi.

In sostanza le mie feci sono sempre semi liquide o liquide almeno che non prenda una pastiglia di loperamide; in tal caso, una volta assunto il farmaco, divento "regolare" per 2/3 giorni, poi piano piano torna in problema e nell'arco di una settimana circa si torna da capo.
Resisto in questa condizione per qualche giorno e poi (più che altro per poter gestire le situazioni della vita quotidiana) prendo un'altra pastiglia e così riparte il ciclo.


Ho consultato il medico di base che mi ha fatto fare esami del sangue, feci, urine (compresi test per celiachia e tiroide).
Lo stesso ha visionato gli esisti e mi riferito che non risultano valori che possano far risalire al problema e mi ha prescritto una visita gastroenterologica che purtroppo, viste le problematiche sanitarie attuali, non ho ancora potuto svolgere.


Premetto che circa tre anni fa sono stato operato di colecistectomia (ma come già detto il problema si è presentato, appunto, da circa un anno).

Da circa due anni seguo una dieta basata su verdura, frutta, cereali integrali, legumi, pesce e poca carne.

Ho provato a eliminare per brevissimi periodi fibre/frutta/verdura ma questo non ha sortito l'effetto desiderato.


Vi chiedo se resta ancora qualcosa che posso tentare prima della visita gastroenterologica (e successivi approfondimenti) per tentare di arginare il problema.


Grazie Mille

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Mi sembra che il suo disturbo faccia parte di quella situazione che, per brevità chiamiamo sindrome del colon irritabile. Le feci arrivano semiliquide alla fine, quando i movimenti del colon ( la peristalsi ) sono un po' turbolenti. Il farmaco che prende è adatto per questa situazione . In alternativa potrebbe prendere uno dei prodotti antispastici che - appunto - rallentano un po ' la peristalsi, come quelli a base di otilonio. La sua situazione è certamente un po' fastidiosa, ma non mi sembra che sia indice di qualche malattia importante.
Prof. alberto tittobello