Utente
Salve, premetto che sono un ragazzo che si allena e magia pulito, a parere del mio medico soffro di intestino irritabile, però da un po' di tempo ho più problemi del solito.

Prima mi capitava a periodi brevi di avere alcuni sintomi, ma da 3 mesi a questa parte la situazione è cambiata, vi spiego, ho alcune volte ma molto sporadici mal di pancia, poi principalmente dolori addominali sotto le costole sul lato destro, un dolore che passa dopo un po', dolori al basso addome e sporadici da altre parti dell'addome come sul lato sinistro, poi una cosa che ormai sta diventando irritante è che ho sempre continui brontolii intestinali specialmente la sera, gonfiore dopo mangiato anche se non faccio pasti molto abbondanti. Può capitare anche che abbia avvolte alcuni spasmi a livello dell'addome, una cosa che mi sta creando disturbo invece è la defecazione, possiamo dire che prima le mie feci erano normali di colore, di forma, quasi sempre, in questo periodo invece il colore è un marrone chiaro un po' più del normale e queste feci si alternano con feci frastagliate, sfibrate, a feci pastose e molli, la forma non c'è, sono un po' così come viene, prima avevano sempre la classica forma normale, mai avuto questo problema, oltre questo a volte sono accompagnate da muco, ed ho giorni di stitichezza e altri giorni dove invece ci vado nel modo in cui vi ho descritto.
Potreste gentilmente farmi capire cosa devo fare, il mio medico di famiglia mi dice di fare la colonscopia, però io vorrei sapere se è necessario o vi sono altre soluzioni, aggiungo che avvolte ho problemi di ansia, infatti mi ha fatto assumere il digerent polifarma, ma funziona sempre così così ormai, secondo voi cosa potrebbe essere, la colite oppure mi devo preoccupare che sia altro, altri problemi tipo l'urina quant'altro non ne ho per farvi capire per lo più questi sono i sintomi, aiutatemi perché non so ormai come uscirne. Un'ultima cosa da novembre dell'anno scorso fino a gennaio sono stato in australia per lavoro, ho mangiato un po' meno preciso ma non avevo problemi intestinali, poi sono dovuto tornare in Italia e dopo poco a febbraio ho cominciato ad avvertire i primi sintomi, diciamo che mi dispiaceva tornare ma ho dovuto farlo, quindi pensavo che la mia frustrazione potesse influenzare l'intestino, però ormai è passato tanto e non credo più sia per colpa dei miei pensieri se ho questi problemi. Ho voluto aggiungere questo per farvi capire, non so se può esserervi d'aiuto ma spero di sì.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente solo intestino irritabile.
Prima di pensare ad una colonscopia (a distanza non ne vedo il motivo) si faccia visitare da un gastroenterologo.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie della sua risposta dottore, quindi secondo lei non c'è da preoccuparsi?
Potrebbero essere altre malattie, come la diverticolite, vorrei sapere almeno per tranquillizzarmi. Comunque sia provvederò al più presto ad andare da un gastroenterologo. Un'ultima cosa ma non c'è un modo per cercare di ridurre i sintomi specialmente riguardanti la consistenza delle feci? Perché sto cercando di mangiare alimenti che non creano problemi all'intestino però ancora non hanno cambiato molto le cose.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Diverticolare alla sua età?
Naviga troppo sul web!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Scusi se gli ho fatto questa domanda ma sa la preoccupazione porta poi a pensare di tutto, va bene farò come mi dice, e prenoterò un appuntamento con un gastroenterologo, grazie.

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore, sono stato dal mio medico e gli ho spiegato la situazione, gli ho anche detto che prendo integratori, tra quelli che prendo al momento, sono la vitamina d3, Ia k2 e l'omega 3. Mi ha detto di sospenderli tutti perché sono quelli che mi provocano i sintomi, io li prendo da anni e oltre questo quelli che prendo sono naturali senza sostanze nocive, ho controllato e esaminato ogni singolo ingredienti e la provenienza, sono una pensona previdente, oltre questo so che proprio questi integratori sono molto utili per l'intestino, vorrei sapere cosa ne pensa, poi mi ha prescritto di prendere i fermenti lattici tre volte al giorno, e anche il tudcabil 1 capsula la sera, secondo la sua opinione possono essere gli integratori?
Anche perché per mia curiosità personale, li ho levati per 2 settimane ma non cambiò nulla, vorrei sapere se quello che mi ha prescritto è buono e se gli integratori possono provare problemi.

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gli integratori sono innocenti.
La terapia non la giudico perché non l'ho visitata......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
Va bene grazie, mi bastava sapere per gli integratori, vedrò allora cosa fare.

[#8] dopo  
Utente
Dottore posso fare un'ultima domanda il medico mi ha detto che le feci marrone chiare possono essere a causa di un problema di colicisti è possibile, o è perché, siccome io negli mesi ho fatto una dieta ad alto contenuto di grassi, naturalmente buoni, potrebbe essere che un mal assortimento di essi porti ad avere feci chiare, parlo di una media di 80g al giorno principalmente da frutta secca e olio di oliva.
Questo mal assorbimento può essere dovuto a una mancanza di enzimi digestivi, mi hanno consigliato di prenderli perché possono ridurre i sintomi cosa ne pensa?

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Che ha seguito una dieta incongrua.
Non è malassorbimento ma grassi assunti in eccesso senza un motivo.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Non è stata fatto a caso dottore, semplicemente è stato un protocollo di dieta per l'allenamento che stavo eseguendo, in quanto avevo abbassato i carboidrati e aumentato i grassi, va bene proverò a ridurre la quantità assunta e vedrò se vi sono cambiamenti.

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gliel'ha prescritta un medico?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente
No, è stato il mio personal trainer, serviva per fare un periodo di ricomposizione corporea, ma sto di nuovo reintroducendo i carboidrati, ed abbassando i grassi, i carboidrati dovevo tenerli non sopra i 50/80g, proteine 2,2g su chili di massa magra e grassi 1g per chilo corporeo.
Questi erano i valori dei macronutrienti che dovevo tenere.

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
E lei segue una dieta solo perché prescritta da un PT?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia