Utente
Buongiorno,
ho 38 anni e soffro di colon irritabile.
Vi spiego un pò la mia situazione.

Ho sempre sofferto di colon irritabile.
Nel 2005 a seguito di una forte gastroneterite sono stato ricoverato e mi hanno riscontrato valori di amilasi e lipasi alti.
Esami endoscopici negativi e situazione rientrata.
A seguito di altri attacchi forti dopo tempo rifaccio le analisi e quei valori sono di nuovo alti.
In seguito eseguo colonscopia e gastroscopia.
La prima da come diagnosi 'colon irritabile'; la seconda invece ha questo referto: 'esofago regolare per calibro, decorso e rivestimento mucoso.
Giunzione squamo-colonnare di aspetto regolare repertabile a 40 cm dall'A.
D.S.
Cardias in sede di aspetto apparentemente continente.
Stomaco: lago mucoso chiaro, disegno plicare conservato.
Pareti gastriche distendibili.
La mucosa antrale presenta erosioni piane (biopsie).
Pilor pervio.
Duodeno esplorato fino alla seconda porzione nella norma.
Mi dicono di somministrare per 3 mesi 'Pantopan 40 mg' una compressa al mattino e lo sto facendo.
Eseguo la biopsia che da questa diagnosi: Frammenti di mucosa gastrica di tipo antrale sede di modesta flogosi cronica nella lamina propria.
No helycobacter pylori'.
Mi dicono che ho una gastrite.
Successivamente mi spiegano che l'innalzamento dei valori di amilasi e lipasi sono solo screzi pancreatici dovuti agli attacchi di gastroenterite.

Negli anni mi capitano un altro paio di episodi del genere ma decisamente di poco rilievo.
L?
anno scorso dopo due giorni di scariche la mattina trovo tracce di sangue nelle feci.
Il mio medico mi dice a seguito di forti scariche può succedere e di non preoccuparmi e dpo due giorni tutto rientra.

Venendo ad oggi, martedi notte ho un violento attacco di gastroenterite con un pò di febbre.
Prendo refluor r buscopan per i crampi.
Mercoledi sera inizio a stare meglio, con solo due tre scariche ma con crampi addominali e noto un pochino di sangue nelle feci.
Giovedi ancora un pò di crampi e un paio di scariche ed anche ieri.
Specifico che ieri ho mangiato cracker, mela e un pò di insalata di riso poco condita.
STanotte un pò di crampi e una scarica e stamattina di nuovo con feci un pochino più formate ma trovo ancora due volte, tracce di sangue come striate.
Questa cosa del sangue di stamattina mi sta preoccupando.
Rientra sempre, come mi disse il medico lo scorso anno, nel problema delle scariche che ho avuto (anche se non molte in questi ultimi due giorni, circa 4/5) oppure dovrei preoccuparmi?
Specifico che ho perso poco più di 2 kg da martedi ma questo suppongo sia normale, e che per quanto riguarda questo campo sono un soggetto un pò ansioso.

Chiedo scusa per la lunghezza del messaggio, ma mi sono un pò spaventato e ho cercato di riassumere un pò la mia storia.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
La storia può far parte di una situazione di colon irritabile. Del resto, la colonscopia era normale, quindi può stare tranquillo. Non sono d' accordo che una " gastrite " ( ? ) possa provocare un innalzamento degli enzimi del pancreas. Tra i suoi accertamenti manca una ecografia del pancreas e delle vie biliari.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Tittobello,
intanto la ringrazio enormemente per la sua risposta.
Volevo specificare che anni fa, quando ho effettuato colonscopia e gastroscopia, ho anche effettuato una ecografia pancreatica con esito completamente negativo ( al momento non riesco a trovare il vecchio referto ).
Oggi dopo un paio di giorni in cui ho avuto qualche piccolo crampo e qualche scarica però con feci molto più formate, ho mangiato un piatto di pasta e ho di nuovo avuto tre scariche molto liquide.
Crede che dovrei ripetere gli esami sia del sangue che diagnostici?
Secondo lei , con i limiti di un consulto a distanza da cosa potrebbe dipendere l'aumento di lipasi e amilasi in concomitanza con questi attacchi? Avendo avuto di nuovo questi attacchi in questi giorni consiglia di rieffettuare esami del sangue per amilasi e lipasi?
Mi scusi e molte domande e se approfitto della sua disponibilità.
Grazie mille in anticipo.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, potrebbe essere utile ripetere l' ecografia, dato che era stata eseguite anni fa.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Tittobello,
ne approfitto per chiederle un ulteriore parere.
Premesso che oggi ho fatto le analisi del sangue e venerdi effettuerò eco addome completo, volevo chiederle se pensa che sia normale che da due giorni ( oggi sarebbe il terzo ) non riesco a defecare. A volte dopo mangiato ho dei piccoli crampi addominali ma si tratta solo di aria.
Potrebbe essere una conseguenza della forte gastroenterite che ho avuto?
Specifico che durante questi giorni ho assunto solo fermenti lattici ( refluor ) e pantoprazolo.
Grazie mille in anticipo.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Più che della " gastroenterite " è conseguenza del colon irritabile
Prof. alberto tittobello

[#6] dopo  
Utente
Ok, grazie davvero per la celere risposta.
Se permette la aggiornerò riguardo i prossimi esami.

[#7]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Certo, a presto.
Prof. alberto tittobello

[#8] dopo  
Utente
Buonasera Professore,
ho ritirato le analisi del sangue e tutti i valori sono nella norma ( emocromo, formula leucocitaria, trigliceridi, transaminasi etc ) tranne l'amilasi 132 max 118 e la lipasi 124 max 60. Poi Ves 25 max 10.
Come già successo in passato, a seguito di un attacco forte di gastroenterite si sono alzati questi valori. In passato in seguito a questi episodi, come ho già specificato, ho effettuato colonscopia e gastroscopia che hanno evidenziato quanto riportato nel post precedente. Ho ritrovato anche l'ecografia pancreatica eseguita nel 2011 a seguito di un altro episodio di aumento di lipasi e amilasi in seguito ad attacco di gastroenterite e il referto è il seguente: Fegato- normale per dimensioni. Margini regolari. Ecostruttura con tappeto di fini echi omogenei e regolare parenchima. non lesioni focali. Pancreas in sede di dimensioni conservate. Testa del pancreas 23.8 (v.n. 22+/-3 mm ). Contorni regolari. Non linfonodi visibili. Non visibile il dotto del wirsung. Non immagini focali, calcificazioni parenchimali o litiasu nei dotti escretori. Marcato meteorismo intestinale in particolare della flessura destra del colon.
Non immagini di rilievo patologico.
MI potrebbe dire secondo lei come mai quando ho questi attacchi di gastroenterite mi si alzano quei valori? Faccio analisi spesso in quanto donatore e non sono mai alti in altri momenti.Inoltre tutte le indagini fatte in passato a seguito di questi innalzamenti sono state negative.
Quale può essere secondo lei la causa? Come devo muovermi nel prossimo futuro?
Grazie mille in anticipo

[#9]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Una " gastroenterite " ( termine un po' vago per noi ) non provoca innalzamento degli enzimi pancreatici. A questo punto secondo me diventa necessario approfondire lo stato delle vie biliari. Vi sono diverse metodiche : quella non invasiva si chiama colangio-wirsungrafia con risonanza magentica. Se la faccia prescrivere.
Prof. alberto tittobello

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
grazie mille della risposta.
Stamattina ho effettuato eco addome completo, tutto nella norma.
Seguirò il suo consiglio relativo alla colangio-wirsungrafia.
Grazie ancora

[#11]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
O.K.
Prof. alberto tittobello

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno Professore,
le scrivo perchè questa mattina ho portato il risultato dell'ecografia addome completa al mio medico di base che mi ha fatto notare che nel referto per quanto riguarda il pancreas è riportato quanto segue:
Il pancreas, esplorabile nelle porzioni di corpo e testa, normale per forma e dimensioni, presenta ecostruttura finemente disomogena senza evidenza di lesioni focali ecograficamente rilevabili.
Io non ci avevo fatto caso in quanto la dottoressa che ha eseguito l'ecografia mi ha detto che il pancreas stava bene e che era tutto ok.
Le riporto anche il resto del referto:
Il fegato con forma profilo e dimensioni nei limiti, presenta ecostruttura omogenea senza evidenza di lesioni focali ecograficamente rilevabili. Non ipertrofia del lobo caudato.
La colecisti, normodistesa, non mostra nel suo lume immagini riferibili a calcoli nè a patologia parietale.
Non dilatazione delle vie biliari intraepatiche nè della VBP che all'ilo ha un calibro di 0.4cm.
non dilatazione del sistema sovraepatico.
Ambedue i reni normali per forma dimensioni e sede non presentazno alterazioni ecostrutturali di rilievo. Nella norma il rapporto tra cortico-midollare ed apparato escretore.
Non si mettono in evidenza immagini riferibili a formazioni litiasiche.
Non pielocalicectasie bilateralmente.
Non dilatazione del dotto di wirsung.
La milza normale per forma e dimensioni (9.92 cm) presenta ecostruttura omogenea.Non ectasia della vena splenica all'ilo.
L'aorta addominale con decorso rettilineo presenta calibro costante fino alla biforcazione senza dilatazioni di tipo aneurismatico.
La vescica, ben distebdibile, non presenta alterazioni parietali e/o endoluminali.
La prostata, con volume regolare ( circa 22.83 cc) con forma conservata e profilo regolare, presenta ecostruttura finemente disomogenea.
Reperto di normalità per ambedue le vescichette seminali.
Assenza di versamento libero addomino-pelvico.
La dottoressa mi ha detto cmq di non preoccuparmi anche se io mi sono un pò spaventato.
Sottolineo che ho spesso la bocca amara in questi giorni e le feci sono a volte un po' a forma di piccole palle.
Ho prenotato la colangio rm ma anche privatamente i tempi non sono molto veloci.
ripeto che questi aumenti degli enzimi pancreatici li ho avuti diverse volte in 15 anni e tutti gli esami strumentali sono sempre stati negativi. Stavolta sono un po'preoccupato dopo aver notato questa cosa nel referto dell'ecografia.
Potrebbe gentilmente dirmi cosa ne pensa? Mi scuso per il messaggio molto lungo.
grazie mille in anticipo.

[#13]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non so di che cosa lei si preoccupi. Gli strumenti sono sempre più perfezionati e permettono di vedere anche le minime variazioni, anche fisiologiche, dovute semplicemente agli anni che passano, ma assolutamente normali. Non pensi più al suo pancreas. Una volta eseguita la colangiografia, così, per scrupolo e per completezza, non faccia più esami.
Prof. alberto tittobello

[#14] dopo  
Utente
La ringrazio molto Professore.
Purtroppo sono un po' ansioso per queste cose.
Comunque mi ha tranquillizzato molto e le sono grato.
Appena avrò eseguito la colangiografia le posterò i risultati. Grazie ancora della disponibilità.

[#15]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Certo, ma nell ' attesa stia tranquillo.
Prof. alberto tittobello

[#16] dopo  
Utente
Buonasera,
chiedo scusa se chiedo nuovamente il vostro parere.
A seguito dei sintomi descritti in precedenza il giorno 11/07 ho effettuato una visita privata gastroenterologica.
Spiegati i sintomi e la mia situazione al dottore il 'referto'della visita è il seguente:
Sintomi tipici di MRGE. Eccografia addome, nulla da segnalare eccetto pancreas con ecostruttura disomogenea.
Addome trattabile, non dolente ma lievemente dolorabile alla palpazione profonda, TEC lievemente accentuato, peristalsi presente, assegna di segni obiettivabili di peritonismo.
Si prescrive :
Esofagogastroduodenoscopia
Colonscopia
TC addome completo senza e con mdc
Terapia
Esomeprazolo 40 mg 1 cp prima colazione per 4 settimane; 20 mg 1 cp prima colazione per 6 settimane
Duspatal cp 1 cp alle ore 10 e 1 cp alle pre 17 per almeno 3 mesi
enterolactis plus 1cp al giorno per 14 gg ogni mese.

Ho iniziato la cura il 12 luglio e in questi giorni ho alternato giorni in cui non ho avuto problemi, ad altri in cui avevo piccoli crampi addominali, qualche rigurgito, a volte difficoltà a deglutire e senso di pesantezza addominale e spossatezza, specialmente appena sveglio. Durante il giorno va meglio.
Stamattina mi sono svegliato con una sensazione di fastidio maggiore nella zona tra il pancreas e lo stomaco e ho fatto un paio di evacuazione in parte di colore biancastro e molto 'gommose', cosa che mi ha un pò preoccupato. Specifico che ieri ho mangiato un pò pesante dopo tempo e che da ieri non assumo la cp di fermenti.
é normale?
Cosa ne pensate?
Il dottore mi aveva detto che avrei potuto aspettare di far passare l'estate per quegli esami e che , anche se non può solo con una visita dare una diagnosi, non dovrebbe essere nulla di grave, ma che secondo ui è il caso di approfondire la situazione visti i continui problemi di stomaco e intestinali, e l'aumento dei valori del sangue ( amilasi e lipasi come postato in precedenza)Io ho prenotato la tac per il 4 agosto e sono in attesa della comunicazione del giorno per gli altri esami, ma sono preoccupato. E quando mi preoccupo mi accorgo che i problemi allo stomaco peggiorano.
Scusate ancora la richiesta , ma le feci e i dolori di stamattina, in aggiunta cmq al fatto che continuo a non stare benissimo e ad avere specialmente bocca amara e un pò di dolori , mi fanno stare in ansia.
Grazie mille in anticipo

[#17] dopo  
Utente
Scusate, aggiungo che mi sono reso conto che nelle feci trovo sempre residui di pomodoro e verdure e faccio spesso piccoli rutti. Inoltre a volte continuo a ad alternare un paio di giorni di stipsi e feci a 'palline'.