Utente
Buongiorno, ho 25 anni, assumo terapia antiretrovirali da 5 anni e da febbraio soffro di diarrea cronica.
A periodi essa è totalmente liquida, in altri invece è poltacea semiformata, non trovo però più un’evacuazione normale da molti mesi.
Sono dimagrito circa 10 kg, Da 74 a 65 kg, e ad ora accuso sintomi quale stanchezza, intontimento, meteorismo soprattutto nella parte superiore dell’addome nausea.
Calprotectina 1259.
Ho provato vari rimedi (proibitici, antidiarroici, mesalazina, levopraid, butyrose e su consulto precedente anche simecrin), tutte con nullo beneficio.
Ho effettuato una colonscopia con ileoscopia a fine maggio, che è risultata negativa, anche all’istologico.
In seguito a questa, ho svolto visita gastroenterologica che mi ha prescritto l’esecuzione di elastasi fecale immunoglobuline TSH e Hb Pylori.
Oltre a questo una enteroRM.
Immunoglobuline e Hb sono negativi, mentre rimango in attesa dell’elastasi.
La gastroenterologa mi ha detto che a prescindere dai risultati Dovrò assumere Creon perché sospetta un’insufficienza pancreatica esocrina.
La mia domanda è, è possibile questo quadro clinico a 25 anni?
Ho letto che è sempre associata a un danno pancreatico come la pancreatite cronica, mi confermate?
Ho anche eseguito l’ecografia che non nota lesioni focali al pancreas, vie biliari alitiasiche e fegato senza lesioni focali.
È possibile trovare problemi con l’ecografia o è meglio usare altri metodi?
La RM vie digestive prescritta potrà visualizzare lo stato del pancreas?
Io sto sempre peggio e questo quadro clinico sta davvero compromettendo la mia vita professionale e privata.
Sono molto preoccupato.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono state fatte biopsie durante la colonscopia?
Come sono amilasi e Lipasi?
La diarrea di origine pancreatica è una diarrea steatorrea, le feci sono grasse con un odore caratteristico di rancido.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore.
Le biopsie a ileo terminale, colon ascendente e retto (7 in totale) sono risultate istologicamente senza alterazioni, per questo ad ora hanno escluso MICI, fatte salve eventuali conclusioni della enteroRM (vede il pancreas?)
Amilasi e Lipasi sono nella norma, l’unico esame che è alterato è la calprotectina fecale (>1000). anche la GE che mi ha visitato mi ha chiesto se vedevo materiale oleoso, questo no; tuttavia le feci, soprattutto quando liquide, hanno un odore estremamente rancido, con interi pezzi di cibo (soprattutto quando assumo vegetali: funghi interi, carote... le trovo intatte nelle feci, a volte ho anche trovato pezzi di petto di pollo), mi provocano inoltre un grave bruciore e ragadi multiple che sto trattando con Proctolyn e Antrolyn. Davvero mi trovo in seria difficoltà, la debolezza è sempre più marcata...

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Trovare pezzi di cibo visibili nelle feci è indice ESCLUSIVAMENTE di masticazione frettolosa ed incompleta.
Per il resto Faccia il dosaggio dei grassi fecali per vedere se c'è malassorbimento.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Dottore buonasera, il risultato dell’elastasi è di 65 quindi nettamente indicativo per insufficienza pancreatica esocrina. Possono esserci cause tumorali alla base, come devo muovermi ora?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nella malattia da hiv l'elastasi è bassa......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Dottor Bacosi grazie per la precisazione. A questo punto ritiene quindi che a fronte della sintomatologia imponente e di questo risultato di laboratorio è giusto aspettare che passi e non si debba procedere con ulteriori accertamenti? L’infettivologa che mi segue non mi ha fatto presente questa correlazione, gliela farò presente.

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Già le dissi cosa doveva fare: dosaggio grassi fecali.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Ho da poco eseguito l’analisi dei Grassi fecali come da Lei consigliato. è in corso la refertazione. Ho inoltre eseguito la enteroRM con contrasto, che mi ha prescritto la GE, che oltre ad aver escluso lesioni focali parenchimali e stenosi infiammatorie ha evidenziato plurime formazioni linfonodali reattive di dimensioni sino a 2,6 cm come da ADENOMESENTERITE a genesi possibile post-infettiva . Può essere questa la causa di tutti i miei disturbi? Esiste una cura efficace? È una malattia infiammatoria cronica? I sintomi li ho da 5 mesi.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe essere.
Si cura con la mesalazina.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Quindi è una patologia inclusa nelle MICI?

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia