Utente 169XXX
sono la mamma di una bambina di quasi 10 anni. da un anno e mezzo mia figlia è stata diagnosticata celiaca, si è negativizzata a gennaio. Ha sofferto di stipsi per molti anni, fino all'inizio della dieta. Negli anni ci sono stati rari casi di piccole striature ematiche in fase di evacuazione. Ora negli ultimi 20 giorni gli episodi sono diventati tre e le striature più evidenti. Ieri sono andata dalla sostituta del suo pediatra, che tra l'altro è gastroenterologa, non ha dato eccessivo peso agli ultimi episodi, parlando di una probabile ragade interna. Premetto che la bambina sta in buona salute, da gennaio a luglio è aumentata di ben 4 kg e cresciuta di 3 centimetri. E' una bambina molto alta per la sua età. Prima della dieta i mal di pancia erano ricorrenti ora in più di 1 anno ho potuto riscontrarne 3 o forse quattro. Non ha diarrea. Ma una pulce questa dottoressa me l'ha messa parlando di Morbo di Crohn, dicendo quali probabili malattie dell'intestino ci sono che hanno tra i sintomi sangue nelle feci, ma non ha prescritto nessun analisi da effettuare, ritenendo l'ipotesi di ragade la più accreditabile. Cosa ne pensate?
Cortesi saluti

[#1]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Signora, non ho ben capito come è strata posta la diagnosi di celiachia e cosa intende per "negativizzata". per quanto riguarda le striature di sangue non penso che vi siano motivi di preoccupazione ma in caso di persistenza del fenomeno, è opportuno effettuare una colonscopia in sedazione. Utile anche controllare alcuni esami di sangue indicativi di possibile infiammazione (ad es. VES, PCR, sideremai, ferritina, emocromo).
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti

[#2] dopo  
Utente 169XXX

E' stata riconosciuta la diagnosi di celiachia dopo test deglia AGA,EMA ecc. positivi, e gastroscopia con biopsia, risultante anch'essa positiva al morbo celiaco. Cordiali saluti